Omicidio Fedeli: sempre più ombre sul passato del presunto assassino. Già in carcere negli Stati Uniti?

Alcune di queste, peraltro non confermate, dicono che abbia già conosciuto le galere USA.

935

Le voci sul passato del presunto assassino di Norveo Fedeli, tale Pang Michael Aaron, di origini coreane del sud con passaporto americano, ancora stamani si susseguono a ritmo incalzante.

Alcune di queste, peraltro non confermate, dicono che abbia già conosciuto le galere USA. L’Interpol non ha ancora ufficializzato questa notizia, ma  – quel maledetto giorno a Viterbo – quest’uomo si sarebbe comportato come un vero e incallito delinquente, esercitato all’uso della forza per uccidere.

Infatti, tra persone normali un pugno può anche scappare in eccesso di rabbia, ma arrivare ad ammazzare un altro uomo significa andare al di là, essere marci dentro.  Vista la sua giovane età, vista la determinazione con la quale avrebbe portato a termine l’omicidio, c’è poco da discutere sulla sua pericolosità.

Anche l’orario scelto, vicino alla chiusura, per entrare nel negozio, potrebbe confermare la sua volontà di impossessarsi della merce comunque e con ogni mezzo. Tutte ipotesi (naturalmente) al vaglio degli inquirenti, perché il giovane imputato di assassinio e rapina non ha risposto alle domande del pm.

In via S. Luca e dintorni rimane un’atmosfera pesante come una cappa di piombo, che avvolge ancora tutto e tutti.

Oggi domenica cinque maggio, una giornata fredda, quasi invernale. La mente mi è volata alla famosa poesia del Manzoni “Ei fu”, dedicata a Napoleone? Poesia bellissima, della quale ricordo ancora qualche verso, mandato a memoria quando facevo la quinta elementare: “…. Due volte nella polvere/due volte sugli altar…”. Chi di noi non ha vissuto momenti simili nella sua vita? Anche Viterbo  – nei giorni scorsi – è caduta nella polvere, e anche lei adesso cerca di rialzarsi.

In questi momenti i ricordi recenti che ci hanno buttato a terra, ancora ci fanno pensare. Ma la situazione della città va migliorando, riconfortiamoci! Le notizie che arrivano in redazione sono da diverse ore decisamente migliori di quelle precedenti.

Pensiamo soprattutto alla conferenza stampa di ieri pomeriggio, con la notizia della cattura lampo ( e dell’incriminazione) del presunto assassino del nostro concittadino Norveo Fedeli, e ci mettiamo insieme la notizia, da noi data in prima assoluta, dell’incidente probatorio concesso su richiesta del pm Michele Adragna alla presunta vittima dello stupro all’Old Manners, che verrà ascoltata dagli inquirenti in forma protetta. Insomma diverse luci cominciano ad illuminare il buio assoluto vissuto da Viterbo e che ci aveva gettato nell’angoscia. Rimane ancora da far chiarezza sull’azione vandalica compiuta ai danni della pizzeria dei Fratelli La Bufala con le sprangate alle sue vetrate.

Chissà, forse opera di taglieggiatori rimasti a bocca asciutta…

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui