Omicidio Tolfa: Malaj ha confessato

Dichiarazioni spontanee del ragazzo nel corso dell’udienza di convalida davanti al giudice. È accusato di omicidio volontario premeditato

1642
A sx Sergio Malaj, a dx Diva Compagnucci

TOLFA – Ha confessato Sergio Malaj. Il 23enne, nel corso dell’udienza di convalida in carcere, è crollato. Poche parole, per ammettere quanto contestato, di fronte al giudice Filocamo, al magistrato Piloni e all’avvocato difensore Andrea Romani. Al ragazzo viene contestato il reato di omicidio volontario premeditato di Diva Compagnucci.

Sergio Malaj, 24 enne figlio della badante della donna, era stato visto, nelle ore precedenti all’omicidio, entrare nell’abitazione dell’anziana. Rintracciato durante la perquisizione della sua abitazione, le forze dell’ordine rinvennero in quell’occasione anche indumenti con tracce ematiche, parte dei quali nella lavatrice, pronti ad essere lavati.

L’insieme delle testimonianze e degli indizi raccolti hanno infine portato Malaj alla confessione dell’omicidio.

Raccapricciante la dinamica dell’uccisione, i colpi dell’accusato avevano lasciato il volto della povera anziana completamente tumefatto.

Dai nostri partner di CivOnline, il quotidiano telematico dell’Etruria

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui