Operazione antidroga “polpo”, scena muta davanti al gip

Ieri mattina le tre persone coinvolte nell'indagine dei carabinieri si sono avvalse della facoltà di non rispondere

81

Si sono tutte avvalse della facoltà di non rispondere le tre persone raggiunte dalla misura cautelare (1 arresto, 1 obbligo di dimora e 1 di firma) nell’ambito dell’indagine chiamata “operazione polpo” con cui i carabinieri hanno sgominato un giro di droga sulla piazza di Civitavecchia.

Tutti e tre, come era prevedibile, hanno fatto scena muta nel corso dell’interrogatorio di garanzia che si è svolto ieri mattina presso l’ufficio del gip Paola Petti al primo piano del Palazzo di Giustizia di via Terme di Traiano. A quanto pare i legali difensori, gli avvocati Marianna Galletti, Pierluigi Bianchini e Mauro Tagliani, che hanno comunque minimizzato le posizioni dei propri assistiti, non hanno avanzato richieste in merito alla revoca della misura firmata dallo stesso giudice. Probabilmente si riserveranno di farlo una volta che avranno in mano gli atti relativi a questa indagine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here