In periodo di pandemia sembrano tutti esser diventati teologi, chissà cosa ci aspetterà per le feste natalizie...

Ora il Governo vuole decidere anche quando deve nascere Gesù bambino

307

Dopo le affermazioni di Mahatma Conte dove sembrava volerci dare consigli spirituali su come rendere il Natale un momento mistico, entra nel cerchio dei teologi anche il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia: “Seguire la messa o far nascere Gesù Bambino due ore prima non è eresia”. Insomma, sembra proprio che il ministro voglia far adattare anche Gesù all’emergenza sanitaria del Covid-19.

Infatti, nelle ipotesi di questi giorni c’è la probabilità che il coprifuoco venga anticipato alle 21.00 così da rendere impossibile la tradizionale messa di mezzanotte ed i grandi cenoni nella notte del 24 dicembre, tradizioni che si tramandano da generazione a generazione ormai da anni.

Il ministro Boccia ha pensato di rendere il Natale un momento meno tradizionale e più intimo affermando – in videoconferenza con gli Enti locali – che non accorgersi dei malati sarebbe la grande eresia in questione, non accorgersi delle difficoltà dei medici, della gente che soffre. La priorità in un momento come questo è uscire dalla seconda ondata di Coronavirus. Chissà se la pensano così anche i veri cattolici fedeli alla religione. Intanto il ministro motiva le sue parole con un’affermazione che fece Papa Francesco: “Il Natale non si fa con il cronometro ma è un atto di fede”.

Viene pensato che se Gesù bambino può nascere alcune ore prima, che cambierebbe agli italiani passare una o due ore in più insieme dopo aver condiviso cibi e bevande alla stessa tavola? Forse il punto in discussione è proprio questo, restringendo l’orario di chiusura dalle 22 alle 21 non si farebbe in tempo neanche a bere un bicchier d’acqua in compagnia.

Anche la politica italiana, Giorgia Meloni ironizza sulle affermazioni del Ministro Boccia, scrivendo su Twitter: “Già che ci siamo perché non festeggiare Capodanno spostando le lancette dell’orologio avanti come in un film di Fantozzi? Governo sempre più imbarazzante”.

Per concludere, il nuovo Dpcm dovrebbe entrare il vigore il 4 dicembre e potrebbero cambiare molte cose, chissà se in positivo o in negativo, ma a sentir i pareri attuali dei nostri vertici non si prospetta un Natale ed un Capodanno con le scintille.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui