Ortopedia di Tarquinia a rischio chiusura: Asl e istituzioni stanno a guardare

Uno dei reparti di eccellenza del nosocomio tarquiniese rischia di chiudere nella completa indifferenza delle istituzioni

726

Ortopedia di Tarquinia a rischio chiusura e nessuno, dalla parte degli organi preposti, che muova un dito.

Qualche giorno fa sulla questione abbiamo tentato, invano, di contattare il sindaco di Tarquinia che, nonostante in campagna elettorale abbia fatto della sanità un suo cavallo di battaglia, adesso, interpellato sulla vicenda, non si è ancora pronunciato.

Un altro degli attori coinvolti, la Asl, due mesi fa aveva rassicurato gli utenti sul pronto ripristino del reparto con un intervento mirato: “L’azienda, nel momento in cui si sono venute a creare delle condizioni concomitanti che hanno ridotto temporaneamente il numero dei chirurghi in servizio nella struttura, ha attivato in tempo reale la rete ortopedica aziendale, provvedendo ad assegnare un professionista da Belcolle a Tarquinia. In fine, nell’ottica di una risoluzione più durevole delle criticità di organico attualmente sussistenti, non solo dunque per l’unità operativa di ortopedia di Tarquinia, la Asl ha avviato diverse procedure per il reclutamento di personale a seguito di puntuali autorizzazioni pervenute dalla Regione Lazio”.

Ad oggi, queste misure in tempo reale delle quali si parla, non sono ancora state adottate e la situazione del reparto, in vista della stagione estiva, rischia di precipitare.

Silenzio totale anche dalle parti della Regione.

A maggio scorso, la consigliera regionale pentastellata Silvia Blasi, dopo aver già precedentemente sollevato il problema, è tornata alla carica, scrivendo una mail all’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato.

“In riferimento alla nota inviata in data 03/04/2019 alla Vostra attenzione e dalla Direzione Generale della ASL di Viterbo rispetto alla situazione di grave carenza di organico della UOC di Ortopedia dell’Ospedale di Tarquinia,si rappresenta nuovamente l’urgenza di assegnare due medici ortopedici a codesta unità.

Avendo preso visione delle delibere dalla ASL di Viterbo,n.624del16/04/2019Indizione Concorso pubblico,per titoli ed esami,per la copertura a tempo indeterminato di n.4 posti di Dirigente Medico nella disciplina Ortopedia e Traumatologia”e della delibera n.626del16/04/2019Indizione avviso pubblico,per titoli e colloquio,di mobilità volontaria nazionale tra Aziende ed Enti del Servizio Sanitario,per la copertura a tempo indeterminato di n.2 posti  di Dirigente Medico,disciplina Ortopedia e Traumatologia’,si sollecita ad intraprendere quanto prima tutte le azioni utili a dare seguito agli atti della ASL di Viterbo e dalla pubblicazione sul BURL degli avvisi di cui alle delibere sopra citate. Tutto ciò al fine di garantire la piena operatività di un reparto di eccellenza della sanità laziale e il rispetto dei livelli essenziali che limita a 10 al mese le reperibilità e il rispetto della legge 161 che regola i riposi e le ore di lavoro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui