"Il nostro impegno affinché la Regione Lazio riconosca il presidio ospedaliero di area disagiata"

Ospedale Ronciglione, costituito il Comitato Amici del Sant’Anna

181

“Abbiamo costituito ufficialmente il Comitato Amici del Sant’Anna.
Visto il grande interesse dei cittadini verso le tematiche socio/sanitarie che stiamo portando avanti da molto tempo, abbiamo ritenuto opportuno dotarci di uno Statuto e di un Regolamento anche per essere acoltati ufficialmente presso la Regione Lazio, la Asl e i comuni che rappresentano la Bassa Tuscia. In questo modo vogliamo dare un “maggior valore” e porre una”maggiore attenzione” verso quelle problematiche e quei temi che riteniamo importanti, come il servizio di primo soccorso h24 presso l’Ospedale ronciglionese”.

A darne notizia i componenti del il Comitato Amici del Sant’Anna: Fabio Troncarelli; Alessio Vettori; Antonio Tosi; Marco del Nero; Antonio Moretti; Mauro Mengarelli; Gianfranco Pani; Carlo Todini; Francesco Virgili.

“Al contempo il riconoscimento del nostro Comitato ci permetterà di organizzare alcune raccolte fondi atte ad acquistare macchinari e strumentazioni utili da donare all’Ospedale S.Anna

L’emergenza Covid ha ben dimostrato a tutti i cittadini quanto sia importante avere un Ospedale funzionante a “pochi passi da casa”.

Noi ribadiamo che ci sono tutti i presupposti affinché la Regione Lazio riconosca il S.Anna come presidio ospedaliero di area disagiata e questo consentirebbe a tutti i cittadini della Bassa Tuscia -e non solo- di avere un ospedale con un Pronto Soccorso presidiato h24, posti letto, possibilità di piccoli interventi chirurgici in Day o Week Surgery, indagini radiologiche e tanto altro ancora.
Abbiamo chiesto alla Commissione Sanità della Regione Lazio di essere ascoltati – concludono – siamo in attesa di essere convocati: vi terremo aggiornati”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui