In collegamento da Verona, il grande ex tennista interverrà nell’incontro con Domenico Procacci che accompagnerà la proiezione di "Una squadra"

Paolo Bertolucci al Tuscia Film Fest

101

Anche Paolo Bertolucci – in collegamento da Verona – interverrà all’incontro di martedì 12 luglio (ore 21.15) in occasione della proiezione al Tuscia Film Fest del doc Una squadra, la storia del gruppo di tennisti che regalarono storici successi e la prima (e unica) Coppa Davis all’Italia.

Il grande ex tennista che – con Adriano Panatta, Corrado Barazzutti e Tonino Zugarelli – ha contribuito a fare grande quella “squadra”, sarà protagonista della serata con il produttore Domenico Procacci, ospite in presenza della proiezione nell’inedita veste di regista del film.

La prevendita dell’evento è disponibile sul sito www.tusciafilmfest.com e a Viterbo presso il Museo Colle del Duomo in piazza San Lorenzo e il Museo dei Portici in piazza del Plebiscito (ogni giorno dalle ore 10 alle ore 19).
La biglietteria dell’arena apre ogni sera alle ore 19.30 in Piazza della Morte.

Il Tuscia Film Fest proseguirà mercoledì 13 luglio con il ritorno in piazza San Lorenzo – a cinque anni di distanza da In guerra per amore – di Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif. Accompagnato dallo sceneggiatore Michele Astori, presenterà al pubblico di Viterbo E noi come stronzi rimanemmo a guardare…, sua terza prova alla regia.Foto in alto: Alberto Novelli.

Il Tuscia Film Fest proseguirà mercoledì 13 luglio con il ritorno in piazza San Lorenzo – a cinque anni di distanza da In guerra per amore – di Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif. Accompagnato dallo sceneggiatore Michele Astori, presenterà al pubblico di Viterbo E noi come stronzi rimanemmo a guardare…, sua terza prova alla regia.Foto in alto: Alberto Novelli.

Il Tuscia Film Fest proseguirà mercoledì 13 luglio con il ritorno in piazza San Lorenzo – a cinque anni di distanza da In guerra per amore – di Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif. Accompagnato dallo sceneggiatore Michele Astori, presenterà al pubblico di Viterbo E noi come stronzi rimanemmo a guardare…, sua terza prova alla regia.Foto in alto: Alberto Novelli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui