Passata è la tempesta? Dopo neve, grandine e temporali, domenica di sole a Viterbo

133

Viterbo – “Maledetta primavera!” cantava Loretta Goggi a Sanremo qualche anno fa.
Chissà quanti viterbesi hanno pensato la stessa cosa ieri, sabato 2 aprile, fra temporali, grandinate, pioggia mista a neve e temperature scese intorno allo zero di notte sui Cimini e anche 4 gradi di giorno in città. Un sabato invernale nel cuore della primavera.

La Faggeta Vetusta dei monti Cimini, patrimonio dell’Umanità, è apparsa vestita di bianco mentre l’aria gelida sferzava i punti più esposti.

Sono state circa venti le richieste di intervento ai Vigili del Fuoco che sono dovuti intervenire, in vari comuni della Tuscia, per rimuovere alberi e rami caduti a causa del maltempo.

Oggi però il sole è tornato a splendere e le temperature si sono alzate, mentre si cercano di valutare i danni alle colture.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui