PER CELEBRARE I 70 ANNI DEL RUGBY VITERBO SABATO 7 MAGGIO SI TERRA’ UN “TERZO TEMPO” APERTO A TUTTI GLI EX GIOCATORI

133

Viterbo – Il Rugby Viterbo, dal 1952, anno della sua fondazione ad oggi, 2022, ha messo insieme 70 anni di attività sportiva.
Alla presidenza della società della palla ovale si sono succeduti importanti e passionali personaggi della vita sportiva viterbese Da Aldo Vittori, primo presidente, a Sauro Sorbini ( il presidente per antonomasia),a Luciano Carlini, al grande collega Giuseppe Mascolo (1961/62), ed ancora, Mauro Magni, Stelvio Petroni, Fernando Anselmi, Aldo Caparrelli, Roberto Pepponi, Antonio Luisi (consigliere federale e presidente comitato regionale Lazio), Aldo Perugini ed ancora Roberto Pepponi.

Non dimenticando i tanti allenatori del rugby Viterbo; Sambuchi, Foschi, Cambi, Massoli, Casciani, Perugini, Monfeli, Giovannelli, Sanetti, Goletti, Ascantini, Grassotti, Angrisani, Rossetti, Scorzosi, Fabiani e gli stranieri, Petrica Moutrescu, Perez Cobo, Nicola Racean, Petit Benoit, Roch Gauthier e da ultimo, ancora sulla panchina neroverde, Donato Scarzosi, così come vanno ricordati, nella storia regbistica viterbese, i capitani; Gatto, Casciani, Pasquini, Manghini, Belli, Mantuano, Quatrini, Pellisier, Carelli, Carlantoni, Stoppacciaro, Patara, Lanzi, Gasparini, Menghini e Borgatti capitano di questo ritorno in serie B, personaggi sportivi che con le loro gesta e il loro esempio, non sono stati secondi ai presidenti, anzi con loro collaborando nel miglio modo possibile per la sempre migliore riuscita del gioco della palla ovale.

Tanti presidenti, tanti capitani, centinaia, forse qualche migliaio di giocatori, tutti con la stessa passione per uno sport povero ma nel contempo ricco di grandi uomini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui