Perle della Tuscia: l’elegante Chiesa di San Pietro a Tuscania

Uno scenario amatissimo dai registi, e in particolare da Pier Paolo Pasolini che lo utilizzò più volte nella sua carriera cinematografica

139

Oggi parleremo brevemente della Chiesa di San Pietro a Tuscania: sottolineiamo la velocità con cui lo faremo perché, nei casi particolari di meraviglie visive del genere, ciò che si rende necessario è solo far conoscere certi luoghi, con l’obiettivo di dare una meta valida ai lettori da raggiungere autonomamente.

Sorge sul colle, appunto, di San Pietro, e di fronte a essa v’è un meraviglioso manto erboso con il palazzo dei canonici e le torri difensive. Gran parte di questa zona, quella del “cortile”, è stata utilizzata da Pier Paolo Pasolini come set per il suo film Uccellacci e Uccellini; in realtà, la facciata fu scelta dallo stesso anche per un’altra, molto più famosa opera cinematografica: Il Vangelo Secondo Matteo.

La Chiesa viene in genere fatta risalire all’VIII secolo, nel periodo in cui Tuscania fu donata da Carlo Magno a Papa Adriano I. Tale datazione, se ulteriori indagini dovessero in futuro confermarla, darebbe l’onore alla basilica di essere la prima esistente in stile romanico. Segnerebbe cioè il passaggio storico dalla tipologia paleocristiana a quella più diffusa riscontrabile in tutta Italia.

La parte che più colpisce per eleganza è sicuramente la facciata, con la loggetta e il rosone che potete vedere meglio nelle foto.

Altri film con questo set, oltre a quelli prima citati del Pasolini, sono stati, tra gli altri, L’armata Brancaleone di Monicelli e Otello di Welles.

Dettagli fotografici del luogo:

Come raggiungere il luogo:

https://goo.gl/maps/2MX7jFTiiNawvHza9

Chiesa di San Pietro
Str. S. Pietro, 01017 Tuscania VT

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui