PERSONAGGI E TRADIZIONI DELLA TUSCIA – FABRIZIO FRIZZI DA BASSANO ROMANO AL CUORE DEGLI ITALIANI

145
Fabrizio Frizzi

Forse il suo sorriso ci avrebbe aiutato oggi, in questo periodo difficile fra guerra e pandemia.

Quattro anni fa, il 26 marzo 2018, moriva Fabrizio Frizzi.
Il suo grande cuore cessò di battere all’ospedale Sant’Andrea di Roma, dopo un periodo difficilissimo.

È già trascorso molto tempo, eppure ci sembra ancora che debba apparire di nuovo in tv, in una sera come tante, a rassicurarci, con il suo sorriso e a dirci:”Ce la farete! Forza!”.

  Nella camera ardente allestita nella sede Rai di Viale Mazzini, il 27 marzo di quattro anni fa, 10mila persone tra amici, colleghi e fans resero omaggio a Fabrizio. I funerali, il 28 marzo 2018, furono trasmessi in diretta televisiva su Rai 1 dalla chiesa degli Artisti a piazza del Popolo.

Ogni anno sono migliaia i messaggi di affetto che vengono inviati a Fabrizio e molte persone si recano a Bassano Romano, dove aveva vissuto gli anni spensierati della sua giovinezza.

Cresciuto nel grazioso paese della Tuscia, non ha mai dimenticato le amicizie di gioventù ed è rimasto legato alle tradizioni, alla gente, ai luoghi.
Ha lasciato una figlia, Stella, e la moglie Carlotta Mantovan, che è stata al suo fianco fino alla fine.

Il 6 luglio la Rai gli intitolò gli Studi televisivi Dear, rinominati Studi televisivi Fabrizio Frizzi.
Ricordare il suo sorriso bonario, il suo modo gentile, garbato ed elegante di condurre, la sia profonda umiltà, la sua innata umanità può aiutarci ad essere e diventare migliori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui