PERSONAGGI E TRADIZIONI DELLA TUSCIA- La macchina di Santa Rosa

250

Come tanti riti storici cristiani la Macchina di S. Rosa, alle origini, consisteva probabilmente in una processione; ossia un percorso a piedi: “…se hace camino al andar (il cammino si fa andando)” recita un verso del poeta Antonio Machado del 1912.

Camminare insieme non per andare in un luogo determinato ma soltanto per essere in cammino e mentre cammini mediti e preghi.
La processione come sintesi perfetta fra esperienza intima e personale e interazione con la comunità che insieme a te compie quel medesimo cammino.

Quest’anno, a causa delle note restrizioni imposte dall’epidemia Covid, la Macchina resterà ferma in piazza del Comune, ove oggi sarà montata; un’opportunità per riflettere su questo camminare insieme.

Col tempo la “macchina” è cambiata; è diventata un monumento ambulante proiettato verso l’alto come una guglia gotica ed è così che ad andare in processione non sono più i fedeli ma la Santa.

Sotto un certo punto di vista anche la macchina stessa è la sintesi di due (apparenti) contraddizioni: alta e leggera come un canto poetico ma compatta e poderosa come una stalagmite.
Questa antitesi richiede un cambiamento altrettanto radicale nell’atteggiamento dei fedeli i quali dovranno essere capaci di compiere quel medesimo cammino interiore che nei secoli passati si faceva procedendo uniti a piedi e che oggi dovrà consistere in una ricerca introspettiva; autonoma e nello stesso tempo collettiva. La Mia Città News è soltanto una testata giornalistica del territorio, attenta ai temi del territorio e non spetta certo a noi fornire indicazioni su come vivere l’esperienza di S. Rosa da Viterbo; tuttavia ci permettiamo di dare ai nostri lettori un suggerimento: guardare all’itinerario della macchina come rappresentazione di continuità dell’antico cammino, personale e collettivo, di fede. L’insegnamento della macchina sembra in effetti potersi ricondurre a questo principio: la fede non consiste in uno status ma un cammino.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui