Il sindaco di Tuscania annuncia controlli stringenti da parte delle forze dell'ordine verso coloro che dimostrano di non rispettare le regole

“Persone contagiate o che hanno avuto contatti con positivi in giro… questo ci fa veramente arrabbiare”

115
bartolacci
Fabio Bartolacci, sindaco di Tuscania

“Quando ci vengono segnalate persone contagiate, a volte, o che hanno avuto contatti con un positivo in giro per strada senza problemi e senza rispettare gli altri… questo ci fa veramente arrabbiare”.

Il sindaco di Tuscania Fabio Bartolacci è tornato a rivolgersi ai cittadini, soprattutto a coloro che continuano ad evadere le regole anti-Covid, non rispettando la quarantena precauzionale o addirittura quella obbligatoria e mettendo così in pericolo anche i cittadini che “si stanno sacrificando per se stessi e per Tuscania ad evitare che questa terza ondata ci colpisca ancora”, come ha spiegato Bartolacci.

“Ricordiamo che ci sono persone all’ospedale e questo vuol dire che con il Covid non si scherza”, ha commentato il primo cittadino dopo che oggi Tuscania ha registrato cinque nuovi casi di positività, ricordando ancora una volta che “chi ha avuto un contatto con un positivo deve stare a casa in quarantena e può essere libero di uscire dopo il decimo giorno e dopo che abbia fatto il tampone risultando negativo”.

Il comportamento scorretto di alcuni cittadini ha così portato il sindaco ad allertare carabinieri e polizia, che, come ha dichiarato Bartolacci, “hanno avuto l’incarico di controllare queste persone anche attraverso foto pubblicate su Facebook di feste e festini fatti durante il Natale”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui