Petizione al prefetto dei commercianti di La Quercia: “La Provincia riapra subito la strada”

1186
Simone Tribuzi con il Prefetto Giovanni Bruno

sagginiQuesta mattina Simone Tiburzi titolare del Bar Mama’s di La Quercia ha presentato una petizione nelle mani del prefetto di Viterbo dott. Giovanni Bruno, per sollecitare l’apertura di Strada Acquabianca.

Come si ricorderà la strada è stata teatro di vari sopralluoghi, ma al momento sembra che per la riapertura non si muova niente. Simone Tiburzi ha fatto presente al prefetto, le gravi difficoltà che tutti gli esercenti stanno vivendo per gli incassi più che dimezzati, e ha parlato pure di una ventilata manifestazione, di blocco stradale sulla provinciale Ortana, per fare smuovere chi deve provvedere alla riapertura.

Il prefetto ha spiegato che per lui fa testo il verbale dei Vigili del Fuoco, che sono l’autorità da sempre riconosciuta sulla sicurezza. Ricordiamo che i VV.FF. nel loro verbale, hanno chiesto la riapertura a senso unico alternato, con la protezione di alte barriere del tipo new jersey, fissate a terra e saldate tra loro. “Questa – ha rimarcato il dott. Giovanni Bruno – è l’unica soluzione percorribile, per togliere dalle sofferenze le famiglie di Colle Verde, i commercianti di La Quercia e i tanti abitanti dei paraggi che usano tutti i giorni questa strada. Poi si potranno fare tutte le analisi geologiche del caso, e anche fare intervenire i rocciatori. Ma siccome queste operazioni potrebbero richiedere mesi, è necessario riaprire subito”.

Mentre c’era la consegna della petizione, è sopraggiunto anche l’ing. Giuseppe Chiricotto dei VV.FF. che ha anche lui confermato al prefetto, che la strada per loro si può riaprire, con le prescrizioni delle barriere del tipo new jersey. Tra l’altro abbiamo anche scoperto che i VV.FF già dal 2015, avevano segnalato alla Provincia la pericolosità di quella rupe, ma nessuno si è mai mosso.

Adesso sarebbe il caso che la Provincia si muovesse, onde evitare proteste e blocchi stradali che sono in preparazione, e che non farebbero bene a nessuno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui