La riflessione: "Come può un personaggio che fuma erba tutto il giorno, che non ha altri temi all'infuori dalla droga e dalla vita "facile", essere premiato da un'istituzione ed essere addirittura considerato un 'esempio per le nuove generazioni'?"

Piazza Sfera Ebbasta, è questa la gioventù di cui necessitiamo?

94

Da oggi Cinisello Balsamo (nell’hinterland milanese) avrà una piazza dedicata a Gionata Boschetti, nome all’anagrafe di Sfera Ebbasta, famoso trapper di origini, appunto, cinesellesi.

“È un riconoscimento per un artista che, indipendentemente dai gusti musicali di ciascuno di noi, ha indiscutibilmente raggiunto una serie di traguardi importanti ed è diventato famoso in tutto il mondo partendo proprio dalla valorizzazione delle sue origini”, sottolinea il sindaco di Cinisello, Giacomo Ghilardi. “Traguardi che – prosegue –  uniti a un impegno civico e sociale verso i giovani e la nostra città, non potevamo non riconoscere e premiare”.

Premiando un artista che basa la sua musica su testi riguardanti droga, soldi e vestiti firmati, il sindaco di Cinisello Balsamo premia di conseguenza il messaggio che porta ai suoi giovani ascoltatori, puntando involontariamente il riflettore sul problema sociale della gioventù di oggi, ovvero l’ormai totale perdita di valori e di volontà di impegno sociale nei ragazzi, che vedono un personaggio sfoggiante oro e pellicce rosa come idolo e come obiettivo di vita. In pratica la consacrazione istituzionale del mero consumismo.

Come può un personaggio che fuma erba tutto il giorno, che non ha altri temi all’infuori dalla droga e dalla vita “facile”, essere premiato da un’istituzione ed essere addirittura considerato un “esempio per le nuove generazioni”? E’ la mera esaltazione materialistica che ci occorre incoraggiare?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui