Senza l'arrivo del bando per l'affidamento, il "buco" potrebbe presto aumentare

Piscina comunale, servono altri 73mila euro: la giunta taglia fondi a eventi e scuolabus

256
L'ex Larus Sport Center

Ricordate il detto ‘fare un buco nell’acqua’? Nel caso della piscina, in affidamento provvisorio alla Federnuoto da giugno, il buco più che nell’acqua sembra farlo nelle casse comunali.

Il sindaco Arena ha spiegato – prima dell’approvazione – che “la variazione di bilancio serve per la necessità di pareggiare le attività della piscina”.

Nel dettaglio i 73 mila euro – per la precisione 72.500 – saranno utilizzati per pagare le utenze del gas per 20mila euro, dell’energia elettrica per circa 42mila e dell’acqua per 10mila.

Nel frattempo, i 150mila euro derivanti dall’escussione di una polizza assicurativa, stipulata all’epoca della gestione Maco Larus, sono stati impiegati per le bollette pregresse e per opere varie di manutenzione. A cui ora vanno ad aggiungersi questi ulteriori 72.500 euro.

Variazione di bilancio approvata dalla maggioranza con l’astensione di FondAzione.

“Questa piscina – ha motivato il capogruppo Gianmaria Santucci – costa 40mila euro al mese. Dobbiamo sbrigarci a fare il bando per l’affidamento definitivo della gestione altrimenti i 72.500 euro non saranno sufficienti. Responsabilmente siamo rimasti in aula per garantire il numero legale ma ci asteniamo nel merito”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui