Non solo attività agonistica ma anche corsi di nuoto per i bambini delle scuole e per i disabili

Piscina, è ufficiale: Viterbo è centro federale. Sottoscritta ieri da Arena la convenzione Fin

133

Con la firma, ieri, della convenzione si conclude il contrastato iter che ha portato Viterbo a ospitare uno dei pochi centri federali nuoto presenti in Italia.

Ad apporre le sigle sul documento il sindaco Giovanni Arena e il presidente Fin, e della Lega europea nuoto, Paolo Barelli.

“Ieri abbiamo sottoscritto la convenzione, in forma digitale, tra i due enti. A breve, appena il presidente della Federazione riuscirà a venire in città, organizzeremo anche un evento più istituzionale”.

Molte le polemiche e i contrasti che hanno caratterizzato la lunga serie di passaggi amministrativi – tra commissioni e sedute consiliari – relativi soprattutto alle modifiche al regolamento agli impianti sportivi.

Diventando, l’impianto natatorio, terreno di acceso scontro tra le stesse forze di maggioranza. Con in più l’urgenza di decidere in virtù della scadenza, il 31 agosto, della gestione provvisoria della piscina da parte della federazione nuoto.

La convenzione prevede l’affidamento per 5 anni, rinnovabili, alla Fin che corrisponderà al Comune 12mila euro annui per la locazione della struttura.

“Quella piscina era nata per le attività agonistiche di nuoto” ricorda Arena che tiene a sottolineare che “noi abbiamo ampliato la convenzione con le attività rivolte ai disabili e a tutto il sociale”.

“La maggior parte delle ore sono dedicate direttamente ai cittadini: dal nuoto libero ai corsi per i bambini delle scuole” conclude il sindaco

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui