Il capogruppo argomenta l'astensione dei salviniani alla modifica del regolamento sugli impianti sportivi

Piscina, Micci (Lega): “Noi favorevoli al centro federale! Vogliamo solo chiarimenti sulla procedura amministrativa”

314
Andrea Micci, capogruppo Lega Viterbo

La giunta rischia di fare un ‘bagno di sangue’ nella piscina comunale. Questa metafora, per quanto forte, rispecchia pienamente la situazione attuale a riguardo dell’affidamento della piscina alla Fin.

La maggioranza si è spaccata (favorevoli solo Forza Italia e Fratelli D’Italia) e Giulio Marini, considerato il collante del centrodestra, ieri ha detto chiaramente: “Ci saranno conseguenze politiche”.

Noi abbiamo deciso di raggiungere la Lega per capire i motivi dell’astensione da parte degli esponenti del carroccio.

“Siamo super favorevoli all’istituzione di un centro federale Fin a Viterbo, è una grande opportunità per la città”.

Il capogruppo Lega in Comune Andrea Micci tiene a sgomberare il campo da possibili equivoci.

E puntualizza: “La nostra astensione sul voto alla modifica al regolamento per gli impianti sportivi è dovuta solo al fatto che, secondo noi, alcuni passaggi del procedimento amministrativo richiedono chiarimenti e approfondimenti”.

“Noi non abbiamo espresso voto contrario. – evidenzia – La procedura amministrativa deve andare avanti però, alla luce della forte accelerazione impressa alla vicenda, in questa fase riteniamo ci siano ancora un paio di questioni da risolvere”.

Per il Carroccio è opportuno prima approvare o comunque sottoporre al consiglio comunale la modifica al regolamento e soltanto dopo, nella apposita commissione, deliberare sull’assegnazione della piscina alla Fin per farne un centro federale.

Sulle dichiarazioni di Giulio Marini, capogruppo di Forza Italia che, in merito alla bocciatura della modifica a cui ha contribuito l’astensione leghista, aveva parlato di “un’imboscata”, Micci derubrica il tutto con un “sono commenti che si fanno a caldo. Ci siamo chiariti immediatamente dopo. Con Marini siamo in linea su tantissime cose, può capitare però che su alcune qualcuno chieda degli approfondimenti”.

E conclude ribadendo: “Volevamo solo delle delucidazioni. Dei chiarimenti ci sono stati subito e altri ne avremo all’inizio della prossima settimana. Per noi l’aver suddiviso le due pratiche con in mezzo un’assise comunale è la scelta migliore”.

Tutto già risolto dunque?

Per capire se i chiarimenti tra le forze di maggioranza sono stati davvero risolutivi occorrerà attendere le prossime ore o, al più tardi, il 12 marzo quando probabilmente la delibera sulla modifica al regolamento approderà in consiglio comunale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui