Si potrà usufruire di due formule: 3+1 o 5+2. In entrambi i casi le notti aggiuntive saranno a carico della Regione

“Più notti, più sogni”: dalla Regione una misura da 10 milioni per rilanciare il turismo

121
Il lungomare di Tarquina Lido sabato pomeriggio

Ripresa del turismo dopo l’emergenza: dalla Giunta regionale del Lazio arriva una misura da dieci milioni euro per rilanciare il settore e rendere più competitivo il territorio sotto questo punto di vista.

Si chiama “Più notti, più sogni” la serie di iniziative presentate ieri presso la Camera di Commercio di Roma alla presenza del  Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, l’Assessore regionale al Turismo, Enti Locali, Sicurezza Urbana, Polizia Locale e Semplificazione Amministrativa, Valentina Corrado, Lorenzo Tagliavanti, Presidente della Camera di Commercio di Roma e i rappresentanti di Cna Turismo, di Unindustria, Convention Bureau, Confesercenti e Federalberghi.

La misura – che punta a favorire l’arrivo e la permanenza dei turisti nel Lazio – comprende due formule: una, 3+1, che prevede una notte aggiuntiva finanziata dalla Regione, dopo almeno tre notti consecutive nella stessa struttura prenotate e utilizzate; l’altra, 5+2, che prevede due notti aggiuntive sempre nella stessa struttura finanziate dalla Regione, dopo almeno cinque notti consecutive prenotate e utilizzate.

“In tutti e due i casi,si legge in una nota – la notte o le notti aggiuntive saranno a carico della Regione e liquidate alla struttura ricettiva in base a un tetto massimo stabilito per tipologia di struttura, che sarà declinato nell’avviso per manifestazione di interesse”.

L’avviso per la manifestazione d’interesse verrà pubblicato i primi di giugno da LazioCrea; l’elenco delle strutture compatibili potrà essere consultato sul sito VisitLazio.com. Si potrà usufruire della notte/notti gratis a partire dai primi giorni di luglio e fino ad esaurimento dei 10 milioni di risorse previste.

“La Regione sta anche lavorando per poter garantire, sempre a partire dal mese di luglio, la fruizione di luoghi e servizi di rilevanza turistica con particolare attenzione alla fascia dei più giovani. – si legge ancora – Come la misura dedicata ai trasporti per i giovani dai 16 ai 25 anni, possessori della ‘Lazio Youth Card’, residenti o domiciliati nel Lazio, che da luglio fino all’apertura delle scuole, potranno viaggiare gratis sui mezzi Cotral e sui treni regionali per 30 giorni dall’attivazione del servizio.

Spingere i turisti italiani e stranieri a venire nel Lazio è una maniera intelligente e veloce di aiutare il comparto e il suo indotto, tendendo una mano ai titolari di imprese che per un anno o quasi sono rimaste chiuse o hanno visto, anche se accessibili, fortemente ridotti gli incassi. Nel corso dell’ultimo anno, ovvero da quando è iniziata la pandemia, la Regione Lazio in materia di turismo è intervenuta con circa 20 milioni di euro di ristori, anche attraverso bandi ad hoc, di promozione e di nuove idee di destinazioni di viaggi coinvolgendo Associazioni, Fondazioni, D.M.O., Enti Locali e operatori turistici.

Inoltre, sono 4 i milioni destinati all’operazione ‘Spiagge sicure’, contributi per i Comuni costieri e lacuali al fine di rendere pienamente fruibili le spiagge libere e balneabili.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui