Prefettura, ultimatum al Comune: venti giorni per il bilancio o a casa!

Con l’approvazione del bilancio che si fa attendere un po’ troppo, ieri il Prefetto Giovanni Bruno ha inviato la lettera di diffida al Comune.

380
comune di viterbo

Con l’approvazione del bilancio che si fa attendere un po’ troppo, ieri il Prefetto Giovanni Bruno ha proceduto a inviare l’atto di diffida al Comune, dopo aver ricevuto la notizia che il Consiglio si sarebbe riunito per approvare il documento lo scorso 29 marzo. Incontro slittato, poi, alla mattinata di oggi.
Nella lettera si avverte il centrodestra che – secondo quanto previsto dall’articolo 141 del Tuel (Testo unico degli enti locali) – in caso di “decorso infruttuoso e di persistente inadempimento” dell’approvazione del bilancio di previsione 2019 si procederà allo scioglimento del Consiglio comunale, tramite decreto del Presidente della Repubblica.
La Prefettura ha concesso una proroga ulteriore di venti giorni a partire dalla ricezione della missiva. Quindi, l’ultimatum per portare a termine la procedura è fissato al 22 aprile. Nella lettera, al Presidente del Consiglio comunale Stefano Evangelista è stata fatta richiesta di notificare l’atto a tutti i consiglieri.

Ora sì che il Consiglio dovrà ingranare la quarta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui