Sviluppo turistico, tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale tra le priorità del neo sindaco

“Prendermi cura di Corchiano per i prossimi cinque anni”, il sogno di Piergentili si è avverato

151

“Ho un sogno davanti a me: prendermi cura di Corchiano per i prossimi cinque anni insieme a un gruppo di persone che ha un sogno uguale al mio”.

Gianfranco Piergentili

Gianfranco Piergentili, eletto ieri nell’inedito ballottaggio per un piccolo paese, scriveva così sui social venerdì, all’antivigilia del ritorno alle urne il 17 e 18 ottobre.

In questo doppio turno è stato eletto con uno scarto di circa 40 voti. 1241 le preferenze che gli hanno accreditato i suoi concittadini (100 in più rispetto al primo turno), mentre Bengasi Battisti si ferma a 1202.

Riferendosi al suo sogno, Piergentili prosegue: “Corchiano ha bisogno di farsi più bella, di rivalutare la sua parte migliore, di entrare nel cuore dei turisti, ripartendo dalle proprie tradizioni e dalla sua millenaria cultura. Mi metto in gioco per accompagnare con decisione questa terra verso un futuro più sano, più onesto, più trasparente.

Vorrei che il mio amore per questo paese diventasse contagioso: i prossimi cinque anni serviranno a guidare i giovani verso la consapevolezza del luogo che vorranno ereditare, dei prodotti che i loro campi frutteranno, dell’acqua che i loro figli berranno”.

Sviluppo turistico, tutela e valorizzazione del territorio tra gli obiettivi prioritari indicati dal sindaco Piergentili.

Per quanto riguarda la prima tematica, l’idea è quella di “mettere in rete e di condividere le nostre bellezze con quelle dei Comuni di tutto il territorio dell’Agro falisco. E lo vogliamo fare portando a termine il riconoscimento del Museo Diffuso di Corchiano, un fantastico percorso che racchiude al suo interno la quasi totalità delle bellezze naturalistico-ambientali, storico-archeologiche, architettoniche e artistiche del nostro territorio”.

Tutelare e valorizzare il territorio, un impegno che secondo il neo primo cittadino di Corchiano “oltre che un privilegio, è un dovere”.

“Vogliamo continuare – afferma – nel percorso di riscoperta, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio ambientale, storico e archeologico del nostro territorio. Corchiano possiede un sistema naturalistico di straordinaria bellezza fondato su due Monumenti Naturali, il Parco delle Forre e Pian Sant’Angelo (Oasi Wwf), uniti da un tratto della Via Amerina e dall’antico percorso della Madonna delle Grazie, che dà accesso allo splendido Borgo Medioevale arroccato sulla rupe tufacea”.

“Un sistema ambientale di eccezionale valore dove storia, archeologia, natura, arte, cultura e tradizioni si incontrano con i ‘nuovi stili di vita’ e la difesa dei ‘beni comuni’ quali acqua, aria e territorio” conclude Piergentili.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui