Presentazione del Festival Barocco A.Stradella alla Canonica dei Fiori a Ronciglione

Il Festival Barocco A.Stradella rappresenta una fusione fra diversi elementi, è formazione e ricerca di dialogo fra linguaggi diversi

759

Quando alcuni linguaggi artistici trasversali come musica, arte, poesia, fisica si incontrano, il nostro animo si eleva e assume una nuova Bellezza. Il Festival Barocco A.Stradella, presentato il giorno 26 giugno, a Ronciglione, alla Canonica dei fiori di Anna Fendi, che ne è Presidente Onoraria, rappresenta proprio una fusione fra diversi elementi, è formazione e ricerca di dialogo fra linguaggi diversi trasversali.

Esso è il nuovo polo musicale della provincia di Viterbo, che unisce il festival Barocco al festival internazionale A.Stradella. L’anima del Festival Barocco, in cui i concerti sono la punta dell’iceberg di tale ricerca interiore, nella serata del 26 giugno, è stata rappresentata dall’ensemble di studenti, che, nel fresco e profumato giardino della Canonica dei fiori, ha eseguito il concerto, alla presenza di un folto pubblico di invitati, che ha gustato in silenzio note e Bellezza. I bravissimi studenti e il cantante Roberto Mattioni hanno condotto i presenti in un viaggio ideale fra Spagna e Messico, in un incontro fra culture musicali, con vari strumenti, fra i quali laviola da gamba.

Il primo brano un inno alla Vergine, una musica peruviana di grande effetto, ha fornito il biglietto per il piacevole viaggio fra meravigliose melodie e danze. Un ritorno delle tre caravelle, un dialogo possibile fra passato e presente, fra Italia e terre lontane.
Los impossibles, trovato in Messico ed eseguito con rara maestria dai giovani musicisti, ha incantato il pubblico.

Anche il festival Stradella, che comincerà il 31 agosto e si protrarrà nel mese di settembre, sarà un piacevole incontro fra passato e presente, fra Barocco, Rinascimento e musica contemporanea. Il concerto di apertura si terrà sabato 31 agosto, alle 20:00, al Palazzo Farnese di Caprarola, con la direzione di ANDREA DE CARLO  e la regia di PAWEŁ PASZTA . Il ricco programma del Festival è consultabile sul sito www.festivalstradella.org.

In un paese ricco di storia, arte e tradizione come l’Italia, è importante affrontare il problema di conciliare e far dialogare la valorizzazione delle ricchezze
del passato con la creatività emergente e dei linguaggi contemporanei. La città universitaria di Viterbo e il territorio della Tuscia, così ricco di storia musicale per aver dato i natali a molti grandi compositori come Alessandro Stradella, Virgilio e Domenico Mazzocchi e molti altri, sono un terreno ideale per tale iniziativa.
Del resto, la musica antica è implicitamente votata a un carattere multidisciplinare,
grazie al suo profondo legame con la poesia, la danza, la recitazione, la pittura e la scultura.

Il Festival favorisce il lavoro artistico
sui costumi e sulle scene, in collaborazione con Conservatori di Musica, Scuole e Accademie d’Arte, per sostenere l’interazione tra lo spettacolo dal vivo e l’intera filiera culturale.La direzione artistica del Festival è affidata al M° ANDREA DE CARLO.

Anna Fendi, con la sua innata eleganza è il Presidente onorario della manifestazione e ha anche manifestato l’intenzione di istituire in futuro un Premio dei fiori, un meraviglioso connubio fra le arti, la musica e la delicatezza dei fiori. Attraverso i fiori è possibile conoscere la bellezza del creato e raggiungere l’arte. Proprio come una farfalla sui fiori, con la sua incantevole dolcezza, Anna Fendi ha condotto i gentili ospiti nel giardino della sua residenza, facendo loro assaporare i gusti di prodotti locali altamente apprezzati dai presenti. Ha avuto una parola per tutti; è incantevole vedere la grazia con la quale Anna conversa piacevolmente con gli ospiti. Una cascata di frutta sulla torta, farcita e decorata al momento dai bravissimi maestri pasticcieri, ha concluso una serata unica. Anche la pasticceria è un’arte.

Madrina dell’evento, la bellissima e bravissima Serena Autieri. Fra i numerosi ed illustri ospiti presenti anche Amedeo Minghi e Bianca Maria Lucibelli Caringi. Presenti all’evento alcuni rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Viterbo: l’assessore Ludovica Salcini e la consigliera Paola Bugiotti, appassionata di musica e apprezzata pianista, delegata alla Scuola Musicale Comunale di Viterbo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui