"Stanotte quelli che hanno preso le bottigliate sono dipendenti pubblici che fanno il loro mestiere per 1200 euro, non proprio nababbi"

Protesta a Napoli, Minchella: “Solidarietà alle forze dell’ordine, la violenza va respinta, sempre”

171
Martina Minchella, consigliere comunale di Fratelli D'Italia

Rivolta a Napoli durante la notte per protestare contro i nuovi provvedimenti del governatore De Luca, che ha anche minacciato di estendere un nuovo lockdown in Campania, seconda regione in Italia per numero di contagi giornalieri.

Una folla sterminata di persone ieri sera ha invaso le vie della città, seminando terrore e disordine e arrivando anche al ferimento di diversi agenti delle forze dell’ordine.

Due sono stati gli arresti, riferiti a 32enni con precedenti per spaccio di droga.

La consigliera di Fratelli d’Italia Martina Minchella si esprime così riguardo ai fatti della notte scorsa: “Vi prego non mi venite a dire che gli scontri a Napoli sono esclusivamente il frutto della disperazione delle persone che non ce la fanno più, qui tutti si fatica per arrivare indenni a fine mese, ma io col cappuccio in piazza, il manganello e le bottiglie di vetro non ci sono mai andata”, scrive.

“Altra riflessione a margine per chi pensa di creare, senza una vera riflessione generale e proposte sensate, ma in modo sciocco una divisione tra le partite iva e i dipendenti pubblici, stanotte quelli che hanno preso le bottigliate sono dipendenti pubblici che fanno il loro mestiere per 1200 euro, non proprio nababbi. Allora un filino di serietà – prosegue la consigliera – solidarietà alle forze dell’ordine, la violenza va respinta. Sempre”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui