Sabato 18 dicembre sindaci e amministratori della Tuscia alle urne per eleggere il nuovo esecutivo

Provincia, il saluto del presidente uscente Nocchi: “Un’esperienza molto importante, mi porto a casa tanta ricchezza”

122
nocchi
Pietro Nocchi, presidente della provincia

“La sensazione dell’ultimo consiglio”. Il presidente uscente della Provincia Pietro Nocchi, ieri in apertura dei lavori della sessione mattutina, ha preso coscienza così del fatto che per l’ultima volta si trovava a guidare l’assemblea di Palazzo Gentili.

“Soltanto oggi ho la sensazione dell’ultimo consiglio, non ho preparato alcun discorso. Forse avrei dovuto scrivere una lettera ma andrò a braccio, diretto e schietto come sono sempre stato”.

“Mentre stavo venendo in Provincia ho ripensato a tutto il percorso di questi quattro anni, con la consapevolezza del ruolo ricoperto”.

“Per me è stata un’esperienza molto importante, mi porto a casa tanta ricchezza e tanta meraviglia” ha rivelato.

Nocchi ha quindi ringraziato i dipendenti “che in pochi e in silenzio hanno garantito l’attività dell’ente” e i consiglieri tutti “per il rapporto importante che si è creato, nonostante le difficoltà del percorso di questi quattro anni”.

Con soddisfazione, più da amministratore che personale, ha poi evidenziato “il ritorno della Provincia alla progettualità, le aumentate risorse nella disponibilità dell’ente – passate dai 5-6 milioni del bilancio di quattro anni fa a quasi più di un quintuplo – e i bilanci sempre approvati nei termini”.

Tra coloro che, salutando Nocchi presidente uscente, gli hanno rivolto dei ringraziamenti anche Gianluca Grancini di Fratelli d’Italia perché “anche se ci sono stati momenti di scontro politico, si è sempre comportato in maniera equa con tutti e per come ha guidato l’ente”.

Poi ha contestato la decisione di approvare il bilancio a quattro giorni dalle elezioni e ha abbandonato l’aula.

Attestati di stima – “una persona che ha guidato la Provincia con mano ferma ma con assoluta capacità di dialogo con tutto il territorio” – sono poi stati espressi dagli esponenti che hanno sostenuto il governo Nocchi sin dall’inizio che quelli che si sono alleati negli ultimi due anni.

Tra quattro giorni, sabato 18 dicembre, sindaci e amministratori della Tuscia si ritroveranno a Palazzo Gentili per votare il nuovo esecutivo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui