Il centro-sinistra unito presenta tra le polemiche la lista per le provinciali

Il presidente Nocchi e Tuscia Democratica insistono: “Sì al bilancio subito, anche se il consiglio è in scadenza”

Il centrosinistra unito presenta le forze che schiererà per le prossime provinciali. Basteranno a contrastare l'avanzata del centrodestra?

436
“Una sfida interessante, non scontata. Perché per ottenere risultati, noi dobbiamo andare in tutti i Comuni, mentre altri contano sulla forza dei numeri”.
Così il presidente della Provincia Pietro Nocchi – consapevole della superiorità numerica che le ultime amministrative hanno assegnato alle forze di centrodestra – introduce la presentazione della lista “Tuscia democratica” e dei dodici candidati che, il 15 dicembre, si metteranno in gioco per entrare nel nuovo consiglio provinciale.
Intanto la sfida da affrontare nell’immediato per Nocchi è quella del bilancio. Con una mossa – giudicata dall’ opposizione di centrodestra azzardata e in odore di irregolarità e su cui è stato richiesto l’intervento del Prefetto – il Presidente in carica ha convocato il consiglio (pur in scadenza) per approvare il Documento Unico di Programmazione e il bilancio pluriennale di previsione 2020-2022.
Un’ azione di fatto volta chiaramente a legare le mani alla nuova maggioranza di centrodestra, che si insedierà il 15 dicembre, e che non appare esattamente in linea con l’ etica della politica.
Su questo punto cruciale Maurizio Palozzi, consigliere comunale di Canepina – alla ricerca della riconferma in Provincia – afferma quella che è una sua certezza: “Il consiglio non può sfiduciare il presidente neanche se si rivolge al Prefetto”.
Tra i dodici candidati anche il consigliere comunale di Viterbo Giacomo Barelli, il quale auspica che Palazzo Gentili possa tornare a svolgere un ruolo di coordinamento sul turismo perché “fare rete porterebbe beneficio all’intero territorio”.

Oltre ai già citati, gli altri candidati sono:
Paolo Antonuzzi, consigliere di Gradoli; Claudio Cavalloro, consigliere di Bagnoregio; Antonella Claudiani, consigliere di Orte; Lina Delle Monache, consigliere di Viterbo; Mario Mengoni, sindaco di Ronciglione; Lina Novelli, sindaco di Canino e consigliere provinciale uscente; Giulia Perugini, assessore di Nepi; Carlo Postiglioni, assessore di Vetralla; Ylenia Proietti, assessore di Celleno; Eugenio Stelliferi, sindaco di Caprarola e consigliere provinciale uscente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui