Al Grandori alle 15 il presidente Nocchi parla anche di programma

Provinciali del 15 dicembre, il Pd presenta la propria lista “civica”

337

Oggi alle 15 ci sarà la presentazione ufficiale della lista civica (targata Pd) “Tuscia Democratica”. La conferenza stampa si terrà alle 15 al Caffè Grandori di piazza della Rocca a Viterbo. Oltre agli uomini e alle donne della lista, si forniranno le linee del programma di “Tuscia Democratica” in vista dell’elezione del Consiglio provinciale di Viterbo.

Parteciperanno e interverranno il presidente della Provincia Pietro Nocchi e i candidati consiglieri di Tuscia democratica: Paolo Antonuzzi, Giacomo Barelli, Claudio Cavalloro, Antonella Claudiani, Lina Delle Monache, Mario Mengoni, Lina Novelli, Maurizio Palozzi, Giulia Perugini, Carlo Postiglioni, Ylenia Proietti, Eugenio Stelliferi.

Il simbolo della coalizione di centrosinistra

Si tratta di consiglieri dei vari Comuni della Tuscia, e alcuni sindaci. Sono elezioni di secondo livello: votano consiglieri e sindaci dei 60 comuni provinciali. Che dovranno eleggere i consiglieri ma non il presidente, Nocchi (Pd), che rimane in carica per altri due anni, anche se con ogni probabilità non potrà più contare sul sostegno della maggioranza, in quanto il successo del centrodestra è dato per scontato.

Alle elezioni provinciali parteciperanno in tutto quattro liste: oltre a quella del presidente Nocchi, ci sono la lista di Fratelli d’Italia del consigliere provinciale uscente Gianluca Grancini (Viterbo): “Tuscia tricolore”; una lista di scopo, “Per i beni comuni”, che vada oltre le categorie ordinarie della politica è stata messa in piedi da Bengasi Battisti (consigliere di Corchiano); nel centrodestra, oltre a Fdi, ci sarà la lista unitaria Forza Italia-Lega-Fondazione, chiamata Insieme per la Tuscia.

Fra i 42 nomi complessivi delle quattro liste, ci sono solo quattro sindaci: Maurizio Testa (Insieme per la Tuscia e sostenuto da Fondazione), Alessandro Romoli (Insieme per la Tuscia), Mario Mengoni e Eugenio Stelliferi (Tuscia Democratica). Il resto sono consiglieri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui