Provinciali, un voto contrassegnato da una scia di polemiche e scontri verbali

Domani lo spoglio e i risultati delle consultazioni. Con il cambio di maggioranza rischio 'assedio' per l'attuale presidente

189

Tutti alle urne! Dalle 8 di stamani, oltre 700 amministratori del Viterbese si sono messi in fila per rinnovare il parlamentino di Palazzo Gentili.

Nella fattispecie, il termine ‘parlamentino’ è quanto mai opportuno. Solo 12 infatti saranno i rappresentanti – eletti da sindaci, assessori e consiglieri dei 60 Comuni della Tuscia – che andranno a occupare gli scranni consiliari di un ente che, la riforma Delrio, ha svuotato di rilevanza pur lasciandogli in carico competenze significative quali strade e scuole!

Non solo! Ha anche cancellato il diritto dei cittadini di scegliere, in prima persona, da chi farsi rappresentare per ottenere la dovuta attenzione alle esigenze del territorio.
Le elezioni odierne, con voto ponderato – basandosi sui risultati delle recenti Comunali – dovrebbero portare a un cambio di maggioranza virando sul centrodestra.

Eventualità che ha già dato luogo a comportamenti ‘singolari’ da parte del centrosinistra: dall’accelerazione imposta sull’approvazione del bilancio – a pochi giorni dal voto! – all’iter procedurale per la ratifica del documento economico-finanziario su cui l’assemblea dei sindaci – nonostante il mancato raggiungimento del quorum – ha espresso parere favorevole.

Per il centrodestra “una procedura irregolare” tanto da annunciare ricorso al Prefetto e al Tar!

Un atteggiamento, quello assunto dal presidente della Provincia Nocchi del Pd, vissuto dagli esponenti del centrodestra come “una forzatura poco opportuna” destinata – con il cambio di maggioranza già da domani – a rendere Palazzo Gentili un fronte di guerra! Con una gestione amministrativa dell’ente di difficile governabilità!

Intanto oggi sino alle 20 si vota, poi dalle 8.30 di domani lo spoglio delle schede per conoscere gli esiti delle consultazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui