Pugno duro Talete, sigillati i contatori ai morosi

Con questa dura manovra Talete potrà risolvere il blocco degli stipendi di 140 dipendenti pagando in 5 rate le dovute somme di 2 milioni e 473 mila euro.

415

Talete “sigilla” i contatori dei morosi. Il nuovo cda aziendale ha deciso di tenere il pugno duro contro gli evasori azionando una campagna di recupero crediti, la più imponente della sua storia.

Il problema della morosità supera i 10 milioni di euro e nella “lista nera” della società idrica compare anche il Comune di Viterbo anche se il mancato pagamento dell’amministrazione comunale rientrava all’interno del noto contenzioso di 4 milioni e 750 mila euro, risalenti all’epoca della cessione del servizio idrico.

Con questa dura manovra Talete potrà risolvere il blocco degli stipendi di 140 dipendenti pagando in 5 rate le dovute somme di 2 milioni e 473 mila euro. Anche se i dipendenti hanno annullato lo sciopero previsto per domani mattina rimangono ancora in agitazione finchè non venga realmente sistemato il forte problema degli stipendi.

L’azienda, inoltre, sarà inflessibile salvo qualche ritardo da parte degli utenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui