“Quando nevica quasi impossibile raggiungere Belcolle”, il comitato Salviamo l’Ospedale scrive al Prefetto

492

A Ronciglione ennesima iniziativa a difesa del nosocomio Sant’Anna.

I rappresentanti del Comitato “Salviamo l’Ospedale” hanno infatti scritto nuovamente al Prefetto di Viterbo, segnalando il fatto che la struttura non sia stata presa in considerazione dai vertici Asl per effettuare i  vaccini.

“A causa di ciò – scrivono – gli abitanti della provincia di Viterbo sud come pure le ambulanze sono costretti ad effettuare delle pericolose  peripezie per raggiungere Belcolle.

Tutta l’intera zona, infatti, assolutamente disagiata, è collegata al nosocomio del capoluogo da strade di montagna con le relative tortuosità e per arrivare a Viterbo si impiegano ben oltre i famosi 20 minuti previsti per legge.

Si tratta di una grave problematica, ben evidenziata nelle giornate del 3 e 4 gennaio, quando sia la strada Sanmartinese che la cassia Cimina sono state chiuse per neve e frane, causando pesanti disagi alla circolazione.

Una situazione alquanto assurda e illogica che, ovviamente, si ripresenterà, trovandoci in pieno inverno.

È assolutamente vergognoso che queste comunità non possano avere una minima assistenza sanitaria, soprattutto in caso di emergenza.

Per questo motivo  – concludono – abbiamo invitato il Prefetto, in quanto rappresentante del Governo sul territorio, a prendere provvedimenti urgenti per la tutela della salute delle persone.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui