Raccolta differenziata: il Lazio premia i comuni più virtuosi

300
raccolta differenziata rifiuti

Il Lazio premia i Comuni con la migliore raccolta differenziata, Legambiente presente all’appuntamento “Siamo lieti che continuino le iniziative per premiare i comuni virtuosi durante tutto l’anno e complimenti a tutti i premiati e a quinti lavorano per traghettare la nostra regione verso l’Economia Circolare”

“Ora appuntamento al prossimo dicembre per l’Ecoforum 2021 con tutti gli ultimi dati aggiornati”

Questa mattina in un appuntamento presso il Tempio di Adriano la Regione Lazio ha conferito a 9 comuni del territorio il premio per le percentuali di raccolta differenziata raggiunte nel 2019. Nell’appuntamento presenziato dal presidente Nicola Zingaretti che ha conferito poi i premi agli amministratori, erano presenti tra gli altri Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio, Cristiana Avenali responsabile dei Piccoli Comuni della Regione e Massimiliano Valeriani assessore al Ciclo dei Rifiuti regionale.

“Siamo lieti che il nostro Ecoforum e il premio che da decenni consegnamo ai Comuni Ricicloni, prosegua durante tutto l’anno con iniziative di altissimo valore istituzionale come questa – commenta Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio -. Associazioni, regione, amministratori locali e cittadini stanno facendo un enorme sforzo per traghettare il Lazio verso la transizione ecologica e l’economia circolare, è quindi fondamentale premiare e raccontare al meglio i comuni virtuosi e le buone pratiche del territorio come in questa bella occasione. In tal senso, diamo appuntamento al prossimo dicembre quando nell’Ecoforum del Lazio 2021, giunto alla sua settima edizione, conosceremo i dati aggiornati e i risultati raggiunti da ciascuno, in maniera tale da continuare la corsa verso un ciclo virtuoso dei rifiuti”.

Tra le buone pratiche e i tanti progetti della Regione sul ciclo dei rifiuti sono stati infatti raccontati i Comuni Ricicloni di Legambiente, così come i progetti di Fishing for Litter o le barriere acchiappa plastiche sui fiumi. I comuni premiati sono stati Fondi, Vitorchiano e Albano Laziale sopra i 5.000 abitanti, Norma, Oriolo Romano e Canale Monterano, sotto i 5.000 abitanti, Nespolo, Belmonte in Sabina e Coreno Ausonio per le politiche di riduzione della plastica.

“Questi risultati sono anche il miglior contrasto al disastro totale di Roma dove cassonetti, stracolmi, strade luride, migliaia di discariche e una percentuale di differenziata ferma da 5 anni, pesano sull’intera collettività. Ancor più assurdo se si pensa che le discariche per i rifiuti romani proposte dal Campidoglio, che continua a non assumere la responsabilità di prendere decisioni su impianti necessari nel proprio territorio a partire dai biodigestori anaerobici per l’organici, sono tutte in comuni virtuosi che giustamente fanno muro contro questa roulette russa continua. Legambiente sarà vicino a tutte queste amministrazioni, anche perchè ci sembra ulteriormente grave che la sindaca Raggi, da presidente della Città Metropolitana di Roma, sia stata in questi anni completamente assente, tranne che per localizzare possibili discariche per il milione di tonnellate annue di indifferenziato della capitale, nel territorio provinciale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui