La disfida fratricida dei due Natali. Sutri contro Viterbo.

Natale, Radanich: “Sgarbi? Che ne parli, tutta pubblicità per Viterbo”

Con l'apertura dei due Villaggi di Natale scoppiano anche le prime polemiche. Ma la Città dei Papi risponde senza rancore nè invidia.

1072
natale viterbo

Il 2019 verrà ricordato dai cittadini della Tuscia come “l’anno dei due Natali”.

Quello appena trascorso è stato davvero un weekend “di fuoco”, con l’inaugurazione del Christmas Village a Sutri e del Villaggio di Natale a Viterbo. E insieme all’apertura dei vari stand e attrazioni, sono arrivate anche le prime polemiche. Anche dai toni piuttosto pesanti.

Vittorio Sgarbi, giorni fa, non si era certo tirato indietro nel definire la Città dei Papi come un luogo in preda alla desolazione più totale. “Viterbo è deserta”, aveva dichiarato Sgarbi, senza mancare di ribadire la grande affluenza di visitatori registrata a Sutri nel primo fine settimana del Christmas Village. Tutto ciò, a poche ore di distanza dall’ingresso di Sutri fra “I borghi più belli d’Italia”.

Che quelle parole siano state pronunciate per l’entusiasmo dovuto al riconoscimento – o anche solo ironicamente – non si tratta certo della prima “frecciatina” che Sgarbi lancia verso Viterbo. Le prime “scaramucce” erano iniziate già mesi fa con il sindaco Giovanni Arena.  Ma oggi la Città dei Papi risponde, e lo fa per bocca di Andrea Radanich e della società Fantaworld, che in tempo “record” si è rimboccato le maniche per garantire a Viterbo il suo Natale.

“Sgarbi parla di noi? Io lo ringrazio di cuore! – ha detto Radanich – perché in questo modo fa un’ottima pubblicità alla nostra città e al Villaggio di Natale!”. Il presidente della Fantaworld non serba né rancore né invidia verso lo “strabiliante” e “decantato” Natale sutrino. “Non mi sento di aggiungere molto – continua Radanich -. Abbiamo dovuto iniziare in ritardo con la pubblicità e la promozione del Villaggio viterbese, quindi ben venga se Sgarbi lo nomina!”.

Andrea Radanich e i suoi collaboratori – come si diceva – sono stati costretti a ingranare la “quinta” nelle scorse settimane per assicurare la riuscita del Natale a Viterbo. Tra giostre, banchetti di artigianato e addobbi vari, i cittadini si sono sbizzarriti nell’arte del giudicare. E ciò che ha fatto storcere il naso ai più  è stata la decorazione scelta per la Fontana di piazza delle Erbe. L’assessore Laura Allegrini l’ha definita addirittura “un’offesa alla storia e alla cultura” della città. 

Radanich ha spiegato che i “responsabili” della scelta non sono gli organizzatori del Christmas Village. “L’addobbo per la fontana è stato disposto inizialmente dalla Confcommercio – chiarisce Radanich – ma dopo aver visto che non è stata apprezzata abbiamo concordato di rimuoverla. Anche perché in molti mi hanno contattato per sapere se fosse stata una nostra decisione”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui