Rapinatori seriali, armati in trasferta da Roma. Fermati e arrestati dai carabinieri

I due, a quanto avrebbero scoperto gli inquirenti, erano soliti spostarsi dalla Capitale nei comuni limitrofi per mettere a segno i loro colpi.

0
101
Segui
( 0 Followers )
X

Segui

E-mail : *

Due rapinatori “da trasferta” sono stati arrestati l’altra sera dai carabinieri della Compagnia di Civitavecchia. Due romani, Maurizio Andreozzi, 55 anni, e Luciano Martelli, 75 anni, sono stati individuati ed arrestati mentre con ogni probabilità si stavano recando a Tolfa per mettere a segno l’ennesimo colpo.

I due, a quanto avrebbero scoperto gli inquirenti, erano soliti spostarsi dalla Capitale nei comuni limitrofi per mettere a segno i loro colpi. Fino all’altra sera, quando sono stati individuati mentre si aggiravano sull’Aurelia a bordo di una piccola utilitaria, utilizzata per non dare troppo nell’occhio. La loro auto però, era segnalata dato che era stata rubata a Rignano Flaminio.

Gli investigatori, ricevuta la nota di ricerca dell’auto rubata, sono riusciti ad individuarla ed hanno iniziato a seguirla a distanza per un breve tratto. Quindi hanno deciso di controllarla sulla Strada Provinciale che da Santa Severa porta a Tolfa, riuscendo a bloccare contemporaneamente le due direzioni di marcia di quel tratto di strada, togliendo così ai due rapinatori la minima possibilità di fuga.

Dalla perquisizione della macchina è emerso un revolver calibro 357 magnum, con matricola abrasa e con le munizioni inserite, quindi già pronto a sparare. Oltre alla pistola, i carabinieri hanno trovato anche un taglierino, un paio di guanti, una sciarpa ed un cappello di lana e due giubbetti catarifrangenti con su scritto ausiliario del traffico, che con molta probabilità i due avevano intenzione di utilizzare nel colpo preparato.

Luciano Martelli, oltre al reato di ricettazione e possesso di armi clandestine, dovrà rispondere anche del reato di evasione, in quanto è risultato sottoposto alla detenzione degli arresti domiciliari a Roma. Dai successivi controlli infine, i due romani sono risultati con molti precedenti specifici, oltre che per reati contro il patrimonio e la persona. Le indagini proseguono per verificare se i due abbiano commesso altre rapine sul territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here