Rapporto Istat: Vitorchiano primo per numero di occupati nel Lazio

400

“Anziana” e con la popolazione dimezzata rispetto al 1951.

Questi gli elementi di maggiore caratterizzazione della provincia viterbese che emergono nel rapporto Istati del Lazio pubblicato lo scorso 22 febbraio.

Il report si basa su dati che riguardano gli anni 2018-2019 e sono stati ottenuti attraverso due indagini annuali sul territorio (una basata sulle liste anagrafiche e l’altra su un campione areale d’indirizzi), condotte su un campione di circa 2.800 comuni (di cui circa 1.100 coinvolti ogni anno e circa 1.700 che effettuano le rilevazioni con rotazione annuale).

A queste indagini si affianca l’utilizzo di numerose fonti amministrative integrate, finalizzato al consolidamento dei risultati annuali riferiti alla totalità dei comuni italiani.

Secondo l’analisi, a partire dal 1951 in 49 comuni del Lazio, tutti con popolazione fino a 5.000 abitanti, la popolazione ha subito una decrescita sistematica.

Alla fine del 2019 in questi comuni, concentrati in provincia di Rieti (22 comuni), di Frosinone (10) e di Viterbo (9), la popolazione risulta complessivamente dimezzata.

La struttura demografica della popolazione è più anziana nelle province di Rieti e di Viterbo dove tutti gli indicatori che misurano l’invecchiamento assumono valori sensibilmente più elevati rispetto al livello medio regionale.

L’età media della popolazione nel viterbese si attesta a 46,3 anni e nel reatino raggiunge 47,2 anni.

Nel territorio delle province di Rieti e di Viterbo anche l’indice di vecchiaia risulta particolarmente alto:ogni 100 persone fino a 14 anni se ne contano 206 con 65 e più anni nel viterbese e 234 nel reatino.

L’indice di dipendenza degli anziani, che a livello medio regionale è pari a 34,3,raggiunge i valori più alti nella provincia di Rieti (41,3) e nella provincia di Viterbo (38,2).

l comune più grande del Lazio è Roma con oltre 2,8 milioni di abitanti. Marcetelli, in provincia di Rieti, con soltanto 69 residenti è il comune più piccolo del Lazio e anche quello con la popolazione più anziana,con un’età media pari a 59,9 anni.

Al contrario Labico, in provincia di Roma, è il comune in cui la popolazione è più giovane con una età media pari a 41,0 anni.

A Monterosi, in provincia di Viterbo, si verifica il maggior incremento demografico rispetto al 2011, sia della popolazione totale (+18,3%) sia di quella di cittadinanza italiana (+14,1%).

Buone notizie per quanto riguarda l’aspetto dell’occupazione.

La quota degli occupati sul totale della popolazione di 9 anni e più cresce man mano che aumenta l’ampiezza demograficadei comuni: è in media pari al 39% per l’aggregato dei comuni fino a mille abitanti, al 41,8% per i comuni tra i mille e i 5mila abitanti, fino a raggiungere il44,5% per i comuni tra i 10 mila e i 50 mila e il 47,1% per comuni con più di 50mila abitanti.

Allo stesso modo,il tasso di disoccupazione è più elevato neicomuni con meno di 50mila abitanti.

Il comune con il tasso di occupazione più elevato è Vitorchiano (51,0%), in provincia di Viterbo, seguito da Fiumicino, Fiano Romano e Capena, nell’area romana, con valori prossimi al 50,0%.

Il report integrale è disponibile al link https://www.istat.it/it/files//2021/02/Censimento-permanente-della-popolazione_Lazio.pdf.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui