La leader di Fratelli d'Italia: “La vicenda viterbese grida vendetta davanti a Dio”

Rave al lago di Mezzano, Meloni: “Stiamo valutando mozione di sfiducia per la Lamorgese”

211
giorgia meloni

VALENTANO – Non usa tanti giri di parole, come è nel suo stile, la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, che torna sul rave clandestino svoltosi in una vasta area verde al lago di Mezzano.

“La vicenda del rave party del Viterbese grida vendetta davanti a Dio”, dice Meloni al quotidiano La Verità. “Stiamo valutando di presentare una mozione di sfiducia contro il ministro Lamorgese. Come può un Governo che impedisce alla gente di andare al bar, che chiude le attività economiche, che non consente ai ragazzi di andare a scuola o in discoteca, consentire a migliaia di scappati di casa di bivaccare ammassati tra la droga per giorni? In qualunque nazione normale, il capo del Viminale si sarebbe dimesso”. Perché lo Stato “si è arreso” davanti al popolo del rave party.

Una mozione di sfiducia che potrebbe trovare il favore della Lega, visto che anche Matteo Salvini critica il ministro dell’Interno: “Rave party con morti e feriti che durano giorni, orde di baby gang che terrorizzano da tempo la riviera romagnola e non solo, dopo navi francesi e tedesche, oggi una nave con bandiera norvegese lascerà 322 immigrati in Italia. Lamorgese, dove sei?”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui