Il sindaco di Civita Castellana: "Grazie al tempestivo intervento alle forze dell'ordine"

Rave party di Pasqua bloccato sul nascere nella Tuscia

162
Un'auto della polizia nell'agosto scorso impegnata nel lago di Mezzano

CIVITA CASTELLANA – “Un sentito ringraziamento alle forze dell’ordine che prima dell’alba del giorno di Pasqua hanno bloccato sul nascere un rave party lungo le sponde del Tevere, nel territorio di Civita Castellana”.

Così il sindaco della città delle ceramiche, Luca Giampieri, in un post su facebook ha commentato lo sforzo di polizia e carabinieri nel bloccare il rave party all’alba di ieri, giorno di Pasqua.

Dopo il raggruppamento clandestino dell’agosto scorso in una vastissima area nel lago di Mezzano, che aveva tenuto banco per settimane (https://www.lamiacittanews.it/la-tenuta-di-piero-camilli-al-lago-di-mezzano-invasa-da-unorda-di-facinorosi/), un altro è stato bloccato sul nascere: questa volta nel territorio di Civita Castellana, più precisamente a Ponzano Cave, una località di aperta campagna lungo il fiume Tevere e sotto il monte Soratte raggiunta da auto e furgoni con centinaia di persone provenienti da tutta Italia.

Pare che la maggior parte dei partecipanti siano usciti dall’Autosole al casello di Ponzano Romano per poi raggiungere il luogo dell’appuntamento – diffuso via social – che dista pochi chilometri.

L’area, come detto all’inizio, è stata subito cinturata dalle forze dell’ordine. L’allerra resta alta anche per la giornata di oggi. Una cinquantina le persone denunciate.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui