La Protezione Civile: "Poco probabile che i frammenti causino il crollo di edifici, che pertanto sono da considerarsi più sicuri rispetto ai luoghi aperti"

Razzo cinese in caduta libera: allerta in 10 regioni, dal Lazio alla Sicilia

216
razzo spazio

I frammenti del razzo spaziale cinese “Lunga Marcia 5B” in caduta libera verso la Terra potrebbero impattare in dieci regioni italiane del Centro-Sud: Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

A emanare l’allerta, per domani, domenica 9 maggio, è il Dipartimento della Protezione Civile, che chiarisce che l’arco temporale in cui potrebbe verificarsi il fenomeno è fissato intorno alle 2.24, con un margine di incertezza di sei ore.

La raccomandazione è quella di restare all’interno degli edifici. “Sulla scorta delle informazioni attualmente rese disponibili dalla comunità scientifica – fanno sapere dalla Protezione civile – è possibile fornire alcune indicazioni utili alla popolazione affinché adotti responsabilmente comportamenti di auto protezione: è poco probabile che i frammenti causino il crollo di edifici, che pertanto sono da considerarsi più sicuri rispetto ai luoghi aperti”.

Gli esperti consigliano di “di stare lontani dalle finestre e porte vetrate; i frammenti impattando sui tetti degli edifici potrebbero causare danni, perforando i tetti stessi e i solai sottostanti, così determinando anche pericolo per le persone”.

Inoltre, per chiunque avvistasse un frammento, “si consiglia di non toccarlo, mantenendosi a una distanza di almeno 20 metri” e di segnalarlo immediatamente alle autorità competenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui