Riapertura centri diurni e attività riabilitative: incontro fra l’assessore ai servizi sociali e il direttore della Asl

213
Antonella Sberna
L'assessore ai Servizi Sociali Antonella Sberna

Viterbo- Si è svolto nei giorni scorsi l’incontro fra l’assessore ai servizi sociali e alle politiche della famiglia Antonella Sberna e il direttore generale della Asl Daniela Donetti per definire le linee della ripartenza dei centri diurni e delle attività socio riabilitative, dopo il lungo stop dovuto all’emergenza Covid- 19.

Durante l’incontro è stato fatto il punto sull’iter da seguire per il riavvio di varie attività: da quelle socio sanitarie integrate di persone con handicap alle iniziative dei centri estivi per minori.

Famiglie, ragazzi, persone invalide e diversamente abili hanno visto interrotte le attività in questi mesi di emergenza epidemiologica: non è stato possibile per loro effettuare tutte le attività previste nei loro piani di assistenza, sia sociali che socio sanitari integrati.

A breve, seppur nel massimo rispetto di alcune misure restrittive ancora in vigore, potranno ripartire. Il Comune ha già messo a disposizione della Asl diversi spazi, in modo da facilitare il distanziamento sociale e quindi favorire un rapido riavvio della attività, ampliando disponibilità e offerta rispetto al passato.

Nell’ambito dell’incontro si è anche parlato dell’organizzazione e della gestione dei centri estivi, a seguito della pubblicazione delle linee guida da parte del dipartimento della famiglia e in attesa di ulteriori indicazioni dalla Regione Lazio. Centri molto importanti per favorire la socializzazione dei ragazzi, specialmente ora che le attività lavorative di molti genitori sono ricominciate.

È naturalmente necessaria un coordinamento sulle varie procedure da portare avanti in questo campo.

Per questo, gli uffici comunali competenti sono tutti al lavoro per definire le linee da seguire, nel modo più rapido possibile, e per fornire risposte a tutti quei cittadini che attendono comunicazioni da parte del Comune e della Asl in merito a questi preziosi servizi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui