Prosegue la raccolta firme per salvare il Sant'Anna. Troncarelli: "Battaglia legittima per avere un servizio sanitario migliore"

“Riapertura Ospedale di Ronciglione, mai come oggi l’argomento è importante”

146

Continua la battaglia dei cittadini di Ronciglione e di Fabio Troncarelli – ex consigliere comunale e membro del comitato “Salviamo l’ospedale” – per rimettere in funzione l’ospedale di Sant’Anna.

In passato Troncarelli aveva ribadito come la riapertura della struttura possa consentire agli abitanti di Ronciglione e dei Comuni limitrofi di usufruire di alcuni servizi sanitari fondamentali senza doversi recare a Belcolle, con le conseguenti difficoltà legate agli spostamenti a causa delle caratteristiche morfologiche del territorio, e di gravare di meno sull’ospedale viterbese.

Ora, con l’emergenza sanitaria in corso e un aumento dei contagi nel Comune di Ronciglione che ha portato l’amministrazione ad imporre l’uso obbligatorio della mascherina anche all’aperto per tutto il giorno, il tema della riapertura del Sant’Anna è diventato più attuale che mai.

“Ricordo che mai come oggi l’argomento è importante, anche se si continua a trattare con estrema leggerezza”, ha commentato Troncarelli parlando della raccolta firme, che sta procedendo nelle attività commerciali che hanno scelto di contribuire all’iniziativa. “Stiamo tentando di dare un senso logico con una battaglia democratica legittima, per avere un servizio sanitario migliore e una sanità viterbese semplice ma efficiente”.

Qui l’elenco delle attività presso le quali è possibile firmare per la riapertura dell’ospedale di Ronciglione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui