Nuove regole: niente più limite di commensali seduti al tavolo, ma obbligo di distanziamento e di indossare la mascherina quando ci si alza

Riaperture: da oggi via libera al servizio anche all’interno per bar e ristoranti

129

Dopo mesi e mesi di serrande abbassate, obbligo di chiusura alle 18 e tavoli apparecchiati all’esterno – scongiurando il maltempo – a partire da oggi, 1 giugno, i gestori di bar e ristoranti potranno tornare ad accogliere i clienti anche negli spazi interni dei locali.

Sarà di nuovo possibile consumare al bancone dei bar e pranzare o cenare nei tavoli al chiuso.

Il nuovo provvedimento interesserà tutta Italia, senza distinzioni tra regioni “gialle” (la maggioranza, ad oggi) e quelle “bianche” (Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna).

Una vera “boccata” d’ossigeno, dopo le pesanti difficoltà vissute dal settore della ristorazione da oltre un anno a questa parte.

Altra novità importante riguarda la regola dei quattro commensali seduti a tavola – esclusi i conviventi – che da oggi decade ufficialmente: si potrà perciò tornare a mangiare in più persone, senza comunque dimenticare di assumere comportamenti dettati dal buon senso.

Resta invece l’obbligo di distanziamento di almeno un metro tra i tavoli e la necessità di calcolare il numero massimo di presenze all’interno dei locali in base alla grandezza degli spazi e al ricambio d’aria. I clienti sono sempre tenuti ad indossare la mascherina quando non si trovano seduti al tavolo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui