Il sindaco Profili rimarca che il Comune si è dotato di un rigido regolamento autorizzatorio in materia di rinnovabili

Riconoscimento Unesco, Bagnoregio non teme le pale eoliche e la Regione mette in campo 350mila euro

241

Civita di Bagnoregio è diventata l’icona della grande bellezza del nostro territorio. La sua peculiarità di borgo che sembra sospeso tra le nuvole la rende un unicum nonostante la ricchezza del patrimonio italiano.

E il sigillo Unesco, a cui Civita di Bagnoregio è candidata nella lista del Patrimonio Culturale e Naturale, sarebbe il giusto riconoscimento.

In questi giorni però è stato paventato il rischio che il suggestivo panorama potrebbe essere deturpato dall’installazione di pale eoliche, situazione che ne comprometterebbe la candidatura.

Ma il sindaco di Bagnoregio, Luca Profili, tiene a rimarcare che “il Comune ha da tempo approvato uno dei regolamenti più rigorosi e stringenti a proposito della valutazione dei progetti che prevedono la nascita di nuovi impianti per la produzione di energie rinnovabili sul proprio territorio”.

Non solo, il sindaco evidenzia anche di aver già avviato “le azioni che la legge consente a tutela del paesaggio”.

Intanto a sostegno della candidatura di Civita di Bagnoregio si schiera la Regione Lazio.

Con un contributo di 350mila euro per una campagna di promozione turistica denominata ‘il Lazio, la Regione delle meraviglie’.

Ieri, su proposta dell’assessore al Turismo Valentina Corrado, la giunta regionale ha approvato la delibera con cui si supportano iniziative, manifestazioni ed eventi per una delle mete turistiche più apprezzate nel Lazio.

‘Luoghi come questi meritano di essere valorizzati. Come assessore al Turismo – dichiara la Corrado – c’è tutto il mio impegno a continuare a promuovere adeguatamente iniziative che consentano di salvare luoghi meravigliosi come Civita di Bagnoregio”.

“Con la delibera – prosegue – sosteniamo manifestazioni che si svolgeranno a Civita di Bagnoregio e che coinvolgono disegnatori da tutto il mondo, come l’edizione 2021 del Meeting Internazionale dei ‘Disegnatori che salvano il mondo – La Città incantata’, un’occasione di promozione e attrazione per tutto il territorio”.

“Siamo in una regione con mete turistiche veramente fantastiche, con una concentrazione unica di siti Unesco, e l’unione tra questi luoghi, gli artisti e le loro arti è un valore aggiunto che fa ancora di più risplendere la bellezza che abbiamo intorno e che stiamo promuovendo in maniera concreta” conclude Valentina Corrado.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui