Rieti, i giornalisti Piccinni e Gazzanni alla Libreria Moderna presentano il saggio “Nella setta”

449
nella setta

Alla Libreria Moderna sabato primo giugno alle ore 18 si affronta il delicato quanto sconcertante tema delle sette in Italia.

Il padrone di casa Andrea Petrini ha invitato i giornalisti Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni, per presentare il loro saggio scritto a quattro mani “Nella setta” edito da Fandango.

Flavia Piccinni ha pubblicato diversi libri e un reportage sulla ‘ndrangheta. Coordinatrice editoriale della casa editrice Atlantide, collabora con numerosi giornali. E’ autrice di documentari per RAI1 e Radio3 Rai.

Carmine Gazzanni, giornalista professionista, scrive per La Nazione, Lefi, Donna Moderna e Linkiesta. In passato ha collaborato con Presa Diretta (RAI 3), L’Espresso e Narcomafie. Dalle sue inchieste sono nate numerose interrogazioni parlamentari.

Gli autori hanno viaggiato lungo tutta l’Italia per esplorare e raccontare un mondo oscuro che si muove fra potere, politica e business. Un mondo che si costruisce sulla pelle non dei più deboli, ma di persone che vivono momenti di difficoltà. Alla violazione psicologica si affianca spesso una violenza ancora più devastante, profonda e sconosciuta. A vivere in questo mondo sotterraneo sono quattro milioni di italiani.

Nonostante il fenomeno sia in evidente espansione, non esistono dati certi e ufficiali sul numero delle organizzazioni presenti in Italia. L’ultimo rapporto a riguardo, realizzato dal Viminale e focalizzato esclusivamente sui movimenti magico-esoterici (che non sono la totalità dei gruppi esistenti oggi a livello nazionale), risale al 1998: parlava di 76 movimenti religiosi per un totale di 78.500 affiliati. Da allora un silenzio assoluto, da parte della politica e delle istituzioni, ha avvolto la questione a dimostrazione della crescita a dismisura del potere delle sette in Italia.

Piccinni e Gazzanni si sono infiltrati in alcune comunità, hanno incontrato adepti ed ex membri, parlato con esperti e indagato i gangli politici ed economici che rendono queste organizzazioni così potenti e aggressive. Ne emerge un quadro tragico e inaspettato, che attraverso documenti inediti e ricerche investigative puntuali mostra tutti gli abusi a cui gli adepti sono sottoposti. Dalla sconvolgente comunità del Forteto nel Mugello, dove bambini venivano costantemente violati, fino alla sconosciuta comunità torinese dei monaci Durjaya, da Scientology alla città stato di Damanhur, passando da pedinamenti e pedofilia.

Il tema sarà affrontato dagli autori assieme ai giornalisti Alessandra Lancia ed Antonio Pitoni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui