Rieti, sgominato giro di stupefacenti. Inviavano i soldi alle famiglie in Nigeria

I ricavi, circa 50.000 euro al mese, non solo venivano investiti per l'approvvigionamento di ulteriore materiale da spaccio ma, in particolar modo, venivano inviati dagli spacciatori alle loro famiglie, in Nigeria

203

Spacciavano e inviavano i soldi guadagnati in Nigeria alle rispettive famiglie. E’ quanto emerge dalle indagini portate avanti dalla Polizia attinenti all’operazione “Angelo Nero”, che ha portato le forze dell’ordine a sgominare un importante giro di stupefacenti nel capoluogo del reatino.

Tra gli arrestati anche un uomo colpito da divieto di dimora nel Comune di Rieti che, da Venezia, continuava a gestire il giro tramite complici connazionali e mantenendo i contatti con i tossicodipendenti del luogo.

I ricavi, circa 50.000 euro al mese, non solo venivano investiti per l’approvvigionamento di ulteriore materiale da spaccio ma, in particolar modo, venivano inviati alle famiglie dei rei, in Nigeria. Alcuni, addirittura, sarebbero stati utilizzati per l’acquisto di terreni in Africa.

La polizia sta ora indagando per capire le modalità di trasferimento del denaro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui