La spazzatura romana spedita fuori dal Lazio, a noi toccano 200 tonnellate giornaliere da Frosinone e Latina per oltre due mesi

Rifiuti: altre 14000 tonnellate a Viterbo, la Regione proroga fino al 30 giugno, altro che 27 aprile!

256
regione lazio

Eccoli i famosi poteri sostitutivi con cui il governatore del Lazio sarebbe intervenuto per dirimere il caos rifiuti romano: prorogando l’invio della ‘monnezza’ a Viterbo fino al 30 giugno.

Ieri mattina durante il consiglio comunale straordinario il sindaco Arena comunica di aver parlato con l’assessore regionale Valeriani, il quale gli ha annunciato una proroga fino al 27 aprile. Quindi una settimana in più della scadenza prevista dalle due ordinanze regionali che fissavano il termine dell’arrivo di camion carichi di spazzatura romana, pontina e ciociara.

Sei giorni in più! Erano già troppi ma in serata Zingaretti ‘regala’ a Viterbo un’ulteriore doccia fredda.

Nuova ordinanza: i rifiuti di Roma vengono spediti in Toscana ed Emilia Romagna. Fin qui tutto bene però…

A Viterbo continueranno ad arrivare 200 tonnellate al giorno da Latina e Frosinone fino al 30 giugno.

71 giorni per un totale di 14.200 tonnellate!

Che sommate alle più di 7000 conferite fino al 20 aprile si traducono in 21.200 tonnellate che la nostra città è stata e sarà costretta a subire per l’incapacità della Capitale di gestire ‘un’emergenza’ che in realtà è un problema cronicizzato da anni a cui non si è mai posta seriamente attenzione né tantomeno volontà di risolvere.

Tanto poi ci sono le ‘dependance’ provinciali che sembrano avere l’unica funzione di sgabuzzino dei rifiuti romani.

Ma anche le discariche delle province si esauriscono, come accaduto a Frosinone, e cosa accadrà dopo?

Ci scaricheranno l’immondizia direttamente nelle piazze cittadine?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui