Rigenerazione urbana, in Comune passa la proposta della Ciambella: più investimenti sulle scuole viterbesi

Una vittoria per la consigliera, che esulta sui social ed invita a firmare la petizione. In totale saranno investiti nelle scuole del capoluogo quasi 12 milioni di euro per efficientamento energetico, lavori di ammodernamento e messa in sicurezza

109

L’opposizione, a volte, può anche riuscire a “convincere” la maggioranza. Per far sì che ciò accada, c’è bisogno anzitutto che le proposte presentate siano concrete e realizzabili. È questo il caso che vede protagonista la consigliera Luisa Ciambella, esponente del Pd a Palazzo dei Priori e membra dell’opposizione.

Ciambella, tra le tante, ha condotto una vera e propria campagna per sensibilizzare cittadini ed amministrazione alla rigenerazione urbana. Per chi non lo sapesse, con questa parola si intende un programma di riqualificazione del territorio come rimedio al degrado urbano. La proposta avanzata in Consiglio dalla consigliera aveva convinto i colleghi che, difatti, votarono a favore. Due giorni fa, durante l’ultima seduta, il Comune di Viterbo ha annunciato che investirà molto sulle scuole, come chiesto dalla Ciambella.

Una vittoria di grande spessore per l’ex vicesindaco di Viterbo, che esulta sui social: “Cari amici – ha scritto – con grande soddisfazione vi comunico che il Comune di Viterbo, dando seguito a una mia precisa proposta già approvata in Consiglio, ha deciso di puntare soprattutto sulle scuole per la richiesta di contributi messi a disposizione dal bando nazionale per la rigenerazione urbana”.

“Per la domanda – spiega Ciambella – c’era tempo fino al 4 giugno. Ebbene, più della metà della somma richiesta dal Comune di Viterbo riguarda questo indirizzo: 11 milioni e 700 mila euro su un totale di oltre 19 milioni di euro. La speranza adesso è di ottenere i soldi per accelerare gli interventi di messa in sicurezza, ammodernamento ed efficientamento energetico di cui hanno bisogno le nostre scuole. Criticità che la pandemia ha messo ulteriormente in evidenza”.

A rendere nota la scelta adottata dal Comune è stata martedì l’assessore ai Lavori pubblici Laura Allegrini, dopo aver ricordato i tre ordini del giorno con proposte per la rigenerazione urbana, tutti dell’opposizione, e i relativi proponenti.

“In particolare – precisa la consigliera – chiedevo di iniziare a mettere le basi per un piano straordinario di rigenerazione degli edifici scolastici, a partire dagli interventi già presenti nel piano delle opere pubbliche. Dopo una verifica con gli uffici, il Comune ha cercato un bilanciamento tra le istanze, sicuramente tutte meritevoli, arrivando così al quadro illustrato ieri. Ringrazio dunque la giunta e l’assessore per la sensibilità dimostrata su un tema che, come detto da Allegrini stessa, sta sicuramente a cuore a tutti”.

“Una buona notizia per le famiglie. Ricordo – conclude Luisa Ciambella – la petizione che abbiamo lanciato per raggiungere questo obiettivo. Ringrazio chi ha firmato e invito a continuare  a firmare perché l’ammodernamento delle scuole è un lavoro lungo che deve essere considerato prioritario nel tempo. Facciamo sentire la nostra voce”.

L’esponente dem, infine, invita i cittadini viterbesi e non a firmare la petizione, consultabile QUI.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui