Righini (Geotermia Italia Spa): “Il sindaco di Bolsena sparla della geotermia mentre fa morire il lago!”

Il nuovo "J'accuse", che affonda il primo cittadino Paolo Dottarelli, nasce a seguito di alcune segnalazione di degrado e inquinamento delle acque del lago

429
geotermia bolsena castel giorgio (2)
A sx il lago di Bolsena, a dx un impianto geotermico

Prosegue lo scontro sul versante della geotermia. Nuove accuse sono partite da Diego Righini, amministratore di Geotermia Italia Spa, verso l’amministrazione del Comune di Bolsena.

“Il Sindaco sparla della geotermia mentre fa morire il lago con la Sua gestione delle fogne e dei rifiuti. Vergognatevi!”, dichiara su Facebook il rappresentante della società che ha il compito di realizzare l’impianto “a emissioni zero” di Castel Giorgio, comune del Ternano, limitrofo al lago di Bolsena.

diego righini

Il nuovo “J’accuse”, che vuole affondare il primo cittadino Paolo Dottarelli, nasce a seguito di alcune segnalazione di degrado e inquinamento delle acque del lago della Tuscia inviate da alcuni residenti, preoccupati della situazione in vista delle ferie di Ferragosto e dell’arrivo dei turisti.

Recentemente, con la campagna “Goletta dei laghi”, Legambiente aveva evidenziato come tre dei sei punti del lago di Bolsena riportassero valori di inquinamento sopra il limite. La diffusione dei dati, aveva conseguentemente suscitato l’ira dei sindaci, tra i quali Piero Camilli di Grotte di Castro, che aveva portato l’associazione ambientalista a porre delle scuse a seguito di nuove verifiche.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui