Rimosso il cartello sessista e volgare affisso a Bagnaia

Dopo le proteste il Comune lo ha fatto togliere. Un episodio segno dei tempi

433
Il cartello apparso ieri nel parcheggio di Bagnaia
Il cartello apparso ieri nel parcheggio di Bagnaia

“Non si possono offendere le donne in questo modo né si può consentire che questo messaggio brutale resti affisso. La Regione Lazio ribadisce la contrarietà a ogni forma di violenza, verbale e non, di cui invece questo cartello è un emblema.

Mi auguro che le autorità preposte intervengano per una tempestiva rimozione dell’avviso che offende l’intera comunità di Bagnaia e la città di Viterbo. La Regione Lazio continuerà la battaglia di civiltà perché la cultura del rispetto di genere si diffonda nel vivere quotidiano dei nostri territori”. Così Alessandra Troncarelli, assessore regionale alle Politiche sociali, stigmatizza il cartello apparso ieri ai margini di un cantiere a Bagnaia.

Nell’avviso compariva il messaggio: “Parcheggio riservato agli imbecilli e ai cornuti”, seguito da una frase che incitava alla violenza sulle donne.
In ogni modo, dopo l’ondata di protesta che il cartello ha generato, il Comune di Viterbo lo ha fatto rimuovere. Il cartello è stato tolto nel tardo pomeriggio di ieri. Ora non c’è più ma fino a lunedì mattina era in bella vista al parcheggio di Bagnaia.

“Ah, dimenticavo! Se hai problemi di corna e sei un uomo con le palle (a questo punto non credo che ce le hai) non prendertela con questo cartello ma torna a casa e rompi le ossa a quella z… di tua moglie”.

Insomma, un cartello sessista e volgare. Che è il segno dei tempi. Cupi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui