Rimpastino di giunta, Arena saluta la Bufalini e prepara il posto alla Salcini

Terminate le elezioni, la Lega passa all’incasso: sarà l’unico o Fusco chiederà di più?

353

Era nell’aria e è arrivato. È il rimpasto di giunta. Non un rimpasticcio come qualcuno temeva, ma un rimpastino. Con l’assessora (ad interim) Francesca Bufalini che esce dalla giunta Arena. L’avvocatessa ha rattoppato un tessuto che si era lacerato con l’uscita di Claudia Nunzi – un piccolo terremoto -. Ma ora il suo tempo è scaduto e lo stesso sindaco Giovanni Arena la ringrazia.

Lo fa dopo l’incontro di ieri mattina, in cui i maggiorenti di palazzo dei Priori hanno valutato i nuovi rapporti di forza tra le componenti della coalizione di governo della città usciti fuori dalle elezioni comunali dell’anno scorso. Rapporti che porteranno a nuovi equilibri: “Ci siamo visti e abbiamo preso atto che bisogna rivedere le deleghe e le competenze degli assessori, affinché la squadra marci meglio di quanto abbia fatto finora”, dice un pezzo grosso della maggioranza. Che non vuole uscire allo scoperto, “in quanto sarà il sindaco a parlare a stretto giro di posta”.

Detto fatto. Poco dopo le 15 arriva la nota dell’ufficio stampa del sindaco: “Ringrazio Francesca Bufalini per la disponibilità e la grande professionalità dimostrata in questa breve esperienza come componente della mia giunta – spiega Arena -. Una persona che ha ricoperto la carica di assessore dallo scorso marzo a oggi. Un nome che ricordo aver messo d’accordo l’intera maggioranza per la stima condivisa verso la persona e le capacità professionali. La ringrazio per aver accettato questo suo incarico”. E ancora: “Lo ha accettato mostrando anche un grande senso di responsabilità nell’interesse superiore della città, pur prevedendo un possibile incarico limitato nel tempo. La sua professionalità si è dimostrata in più casi dirimente per risolvere annose problematiche amministrative che vedevano coinvolto il Comune di Viterbo. Nei prossimi giorni procederò a predisporre gli atti che ripristineranno gli equilibri nella giunta”.

Equilibri che, dice chi era presente all’incontro, “non sono correlati tanto ai nomi degli assessori – che potrebbero cambiare ma di cui, eventualmente, si è preso la responsabilità di farlo il sindaco – quanto all’efficienza della macchina comunale. Che in questo anno di attività amministrativa ha dimostrato di non funzionare bene. Insomma, senza chiedere un posto in più in giunta, ogni forza politica ha detto con serenità e franchezza ad Arena che è necessario dare un’accelerata”. Infatti, il sindaco e la maggioranza sanno bene che non si può andare avanti con una miriade di deleghe spezzettate; che non può rendere molto un assessore che deve dialogare ogni giorno con tre o quattro caposettori comunali; che dopo un anno si deve fare un “tagliando”, affinché la macchina guidata da Arena possa arrivare alla fine della consiliatura.

E allora, il primo passo verso il rilancio arriva con l’uscita della Bufalini e con l’ingresso in giunta della capogruppo leghista Ludovica Salcini. Non è ufficiale. Ma lo sanno tutti. Il senatore Umberto Fusco, forte degli esiti elettorali (europee e vittoria a Tarquinia e Civita Castellana), si accontenterà?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui