Il presidente Ugcons Paolo Mattei si schiera in difesa dei consumatori

Rincaro prezzi, l’allarme di Ugcons: “Stop allo sciacallaggio!”

105
Un bar pasticceria che ha riaperto dopo l'ordinanza della regione Liguria che ne permette l'apertura per il take away o consegne a domicilio, senza poter consumare i prodotti dentro il negozio. Genova, 27 Aprile 2020. ANSA/LUCA ZENNARO

“Le segnalazioni che stiamo ricevendo da molti consumatori ci preoccupano. In molti ci riferiscono di rincari che sfiorano il 50% per alcuni esercizi commerciali”.

Paolo Mattei, presidente Ugcons, lancia l’allarme in difesa dei consumatori, che si starebbero trovando, in questi giorni, in situazioni imbarazzanti di fronte a costi esagerati per alcuni servizi o esercizi commerciali.

“La situazione – continua – non è generalizzata e non sarebbe corretto di parlare di categorie più “esose” di altre, ma di certo molte segnalazioni riguardano baristi e parrucchieri, che sembrano avere aumentato deliberatamente i costi in maniera sensibile. E’ vero che la crisi ha colpito tutti, ma rifarsi sulle tasche dei consumatori è scorretto. Circolano scontrini e fatture con importi lievitati anche per l’acquisto di frutta e verdura in alcuni negozi del Sud, o per le prestazioni dentistiche in alcune zone del Nord Italia”.

Continua Mattei: “Chiediamo alle istituzioni competenti di intervenire a calmierare i prezzi, almeno entro determinati limiti che non comportino l’impoverimento delle tasche dei consumatori. I due mesi di stop sono costati molto a tutti, ma questo è sciacallaggio”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui