Rissa in tribunale, denunciati due fratelli

372
Porta Livorno Civitavecchia

Rissa in tribunale ieri mattina. Due fratelli sono stati denunciati dai carabinieri per percosse e lesioni.

L’episodio si è verificato proprio all’esterno della porta dell’ufficio del presidente del tribunale Francesco Vigorita. Il tutto è accaduto intorno a mezzogiorno, dopo che i due fratelli erano appena usciti dalla stanza del giudice dove poco prima si era tenuta un’udienza per la loro eredità. Una volta fuori dalla stanza, evidentemente uno dei due non era per niente soddisfatto dell’udienza ed ha pensato bene di colpire violentemente con una testata alla fronte l’altro. A quel punto è esplosa la rissa, con i fratelli che hanno iniziato a picchiarsi. Il loro avvocato, peraltro una donna, ha provato a frapporsi tra i due per dividerli, ed è rimasta a sua volta colpita. L’avvocato è stata curata dai sanitari della croce rossa arrivati poco dopo, ma per fortuna non ha riportato ferite preoccupanti, se non uno stato di choc dovuto al grande spavento.

Durante la “scazzottata” erano presenti parecchie persone, tra avvocati e clienti, in attesa delle udienze. Anche qualche avvocato ha provato a dividere i due contendenti durante la lite, ma alla fine solo l’intervento dei carabinieri della stazione Porto che prestano servizio in tribunale sono riusciti a far tornare la situazione alla normalità. I due fratelli sono stati tenuti a distanza di sicurezza e quindi denunciati, dopo che dell’accaduto si è interessato anche il presidente del tribunale, che chiaramente ha sentito il trambusto dato che è avvenuto a pochissima distanza del suo ufficio.

Già in passato per erano successi fatti simili. L’ultimo appena qualche mese fa, quando nel corso di un processo per stalking un suocero ed un genero finirono alle mani. Anche in quel caso furono i carabinieri ad evitare il peggio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui