Rocca dei Papi, mostra sui lavori degli studenti nel territorio del Lago di Bolsena

Dall lago si ergono l'Isola Bisentina, attraente e sinuosa come una bella donna e l’Isola Martana, che ricorda la storia della Regina Amalasunta.

426
Lago di Bolsena

Ieri nel tardi pomeriggio  alla Rocca dei Papi di Montefiascone, ha avuto luogo un’ interessante mostra dei lavori degli studenti di quattro istituti comprensivi che si trovano nel territorio del lago di Bolsena e che hanno partecipato al progetto “Conoscere il lago di Bolsena, opportunità di impresa sostenibile”, edizione 2018-2019.

Il lago di Bolsena, quinto per dimensioni in Italia, si trova nell’alto Lazio, al confine con Umbria e Toscana, nella caldera principale del complesso vulcanico Vulsinio. I centri abitati, ricchi di storia, che si trovano intorno, sia sulle rive che sui crinali dei monti Volsini, sono molti e tutti suggestivi, una vera attrazione per i turisti.
Partendo da Bolsena e seguendo la tortuosa strada panoramica in senso orario, si trovano in ordine: Bolsena, la città che ha dato il nome al lago, sovrastata da un imponente castello;  Montefiascone, con il suo stupendo panorama e i suoi vini; Marta, porto dei pescatori; Capodimonte, sul pittoresco promontorio che si protende verso il lago; Valentano, che domina la conca del lago; Gradoli, su uno sperone di tufo all’interno del recinto craterico; Grotte di Castro, che conserva il fascino della struttura medioevale; San Lorenzo Nuovo, un impianto urbanistico del Settecento in un grazioso borgo.

Dall lago si ergono l’Isola Bisentina, attraente e sinuosa come una bella donna e l’Isola Martana, che ricorda la storia della Regina Amalasunta.

Nell’ambito della mostra,  gli studenti hanno tenuto una conferenza in due lingue per residenti e per i visitatori occasionali di tutte le nazionalità. Il titolo della conferenza è stato “Alla scoperta del lago di Bolsena”, un viaggio attraverso l’archeologia e la storia, fra le bellezze naturalistiche ma anche un itinerario culturale sulle tradizioni, i misteri, e purtroppo le fragilità e le problematiche del lago (Discover lake Bolsena: history, archaeology, art, culture, traditions, mysteries, fragilities).

L’ evento è stato patrocinato da 12 comuni e da enti ed associazioni promotrici che hanno attivamente sostenuto il progetto scolastico, quali, in particolare, la Fondazione Carivit, la provincia di Viterbo, il Lions club Montefiascone Falisco-Vulsineo, l’Irsa Istituto di ricerca sulle acque di Pallanza, l’acquario di Bolsena, il Simulabo, il museo della Navigazione di Capodimonte, l’azienda agricola “Il Pulicaro” di Torre Alfina, il servizio Navigabolsena di Capodimonte e il servizio Navigazione Altolazio di Bolsena.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui